Home | In Attualità | Sale il potere d’acquisto delle famiglie
euro

Sale il potere d’acquisto delle famiglie

Nel secondo trimestre 2016, il rapporto fra il deficit e il Pil è stato pari allo 0,2%, in miglioramento dello 0,7% rispetto allo stesso periodo del 2015. Lo comunica l’Istat. Si tratta del livello più basso registrato dal secondo trimestre del 2007. Nel primo semestre l’indebitamento netto si attesta al 2,3% del Pil, in calo rispetto allo stesso periodo del 2015 quando era al 3%. In aumento nel secondo trimestre il potere d’acquisto delle famiglie,che registra un +1,1% trimestrale e un +2,9% tendenziale.

Newsletter

Guarda anche...

deflazione

Ad ottobre l’Italia torna in deflazione

Ad ottobre l’Italia torna in deflazione con un calo dei prezzi dello 0,2% su base …

produzione-lavoro

Italia indietro in Europa per produttività lavoro

Italia indietro in Ue sul fronte della produttività del lavoro. Lo rileva l’Istat, spiegando che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi