Home | In Attualità | Haiti: dopo lʼuragano Matthew altissimo rischio colera
haiti

Haiti: dopo lʼuragano Matthew altissimo rischio colera

Matthew si indebolisce ma continua a far paura e mentre avanza sulla costa Atlantica degli Stati Uniti ad Haiti si contano i danni e i morti, anche se un bilancio definitivo è ancora impossibile. La conta delle vittime nell’isola devastata dall’uragano è difficile perché molte zone sono isolate e inaccessibili. Fonti locali non ufficiali parlano di un migliaio di morti in totale.

L’Unicef lancia l’allarme sul pericolo delle malattie trasmesse dall’acqua per i bambini che vivono nelle aree maggiormente colpite. “Fiumi in piena, acque stagnanti e cadaveri umani e di animali sono un terreno perfetto per le malattie trasmesse dall’acqua”, ha detto Marc Vincent, rappresentante Unicef ad Haiti. “Ogni giorno che passa aumenta la minaccia del colera”.

Siamo in una corsa contro il tempo per raggiungere questi bambini prima che lo facciano le malattie”, ha proseguito Vincent. Anche prima dell’uragano, solo una persona su tre ad Haiti aveva accesso a latrine adeguate e meno di tre su cinque avevano accesso ad acqua potabile. Nelle zone rurali, questi tassi scendono a uno su quattro per i servizi igienico-sanitari e a uno su due per l’acqua.

Newsletter

Guarda anche...

haiti

Ue si mobilita per Haiti messa in ginocchio dall’uragano Matthew

L’Ue si mobilita per Haiti messa in ginocchio dall’uragano Matthew, attivando il meccanismo di protezione …

haiti

Serata di beneficenza per Haiti con la nazionale basket artisti

Una cena e un concerto per sostenere anche le attività della Croce Rossa Italiana ad Haiti: è l'evento organizzato dalla Associazione Nazionale Basket Artisti per lunedì 31 gennaio, alle ore 21, presso il Disco Club Boeme a Roma.

Una serata per divertirsi, cantare la musica degli anniྂ/ྌ e i grandi successi di Franco Califano, e per non dimenticare la popolazione haitiana che la CRI, attraverso la propria delegazione sul posto, intende sostenere con attività psico-sociali rivolte ai nuclei familiari con bambini fino al termine dell'emergenza.

Ospiti d'onore: Fabrizio Frizzi, Franco Califano, Dj Ringo, Stefano Masciarelli, Eva Henger, Jimmy Ghione, Roberto Ciufoli, Alberto Laurenti e I Rumba De Mar, Carlo Massarini, Stefano Sarcinelli, Gianguido Baldi, Elisa Bagordo, Simone Rugiati, Enrico Mutti e Jonis Bascir.
L'iniziativa ha inoltre lo scopo di supportare le attività di Madian Orizzonti Onlus presso l'Ospedale Pediatrico Foyer Saint Camille di Port au Prince e il progetto dell'Associazione Nazionale Basket Artisti, Hands for Haiti - Don't Forget in sostegno di una famiglia haitiana arrivata in Italia da Port au Prince.
Il buffet della serata sarà curato da Chef Sans Frontieres, onlus che ha come obiettivo recuperare i ragazzi di strada in Africa e Sud America con l'insegnamento dell'antica arte della cucina. Gli chef con gli stessi ingredienti di base prepareranno un menu italiano e haitiano (Adnkronos).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi