Home | In News | Unicef, Siria: su attacco a scuola a Daraa

Unicef, Siria: su attacco a scuola a Daraa

“L’UNICEF condanna duramente l’attacco avvenuto ieri alla scuola primaria di “That al-Netaqeen” nella città di Daraa in cui sono morti 5 bambini, di età compresa tra I 4 e I 16 anni, mentre altri 15 sono rimasti feriti. Il conflitto in Siria è arrivato a livelli così bassi che i bambini rischiano le loro vite anche solo per frequentare la scuola.”

“Il cortile della scuola è stato colpito al termine di un’attività di educazione fisica.”

“Questo attacco è avvenuto a poche settimane dall’inizio dell’anno scolastico e rappresenta un’escalation delle violenze che si stanno verificando nel paese. Al livello massimo della loro miseria quotidiana, ai bambini in Siria viene negato anche il loro diritto all’istruzione e al gioco.”

“La morte e il ferimento dei bambini in Siria sono diventati una realtà quotidiana. Queste uccisioni devono finire.”

“L’UNICEF continua a chiedere a tutte le parti in conflitto di rispettare i loro obblighi secondo il Diritto Umanitario Internazionale e di proteggere i bambini e le scuole.”

Newsletter

Guarda anche...

Every Child Is My Child

La Onlus presieduta da Anna Foglietta ha incontrato il Parlamento europeo per discutere dell’emergenza minori in Siria

All’indomani del disastroso attacco chimico del 4 Aprile 2017 a Khan Shaykhun in Siria, un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi