Home | Tempo d'Europa | Annunciati i finalisti dei premi DesignEuropa e il vincitore del premio alla carriera
unione-europea

Annunciati i finalisti dei premi DesignEuropa e il vincitore del premio alla carriera

Oggi sono stati resi noti i finalisti dei premi DesignEuropa per le categorie Industria e Imprese piccole ed emergenti, unitamente al vincitore del premio alla carriera.

Quattro aziende italiane sono state incluse nella rosa dei finalisti: Alessi e Ducati sono entrambi finalisti nella categoria Industria, rispettivamente, per la caffettiera espresso Pulcina e per la moto XDiavel. La categoria Imprese piccole ed emergenti include Caimi Brevetti, per il pannello fonoassorbente Flap, e Slamp per la lampada Aria.

I premi DesignEuropa, organizzati dall’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale (EUIPO), celebrano l’eccellenza nel settore dei disegni e modelli e nella loro gestione tra i titolari di disegni e modelli comunitari registrati (DMC).

I finalisti e il vincitore del premio alla carriera sono stati selezionati dalla giuria dei premi DesignEuropa. I membri della prestigiosa giuria provengono dal mondo aziendale, della progettazione e della proprietà intellettuale.

I vincitori dei premi per le categorie Industria e Imprese piccole ed emergenti saranno annunciati il 30 novembre, a Milano, in occasione della cerimonia dedicata ai premi DesignEuropa.

In quella data, sarà altresì assegnato il premio alla carriera al leggendario designer Giorgetto Giugiaro.

Commentando la selezione dei finalisti, il presidente della giuria, Robin Edman, ha affermato: «Siamo lieti di aver ricevuto un livello così elevato di candidature per questa prima edizione dei premi. Nel selezionare i finalisti e i vincitori abbiamo tenuto conto di una moltitudine di aspetti, fra cui l’impatto dei prodotti sul mercato, il modo in cui il disegno o modello ha contribuito alle prestazioni dell’azienda, l’estetica, la gestione della proprietà intellettuale nonché gli effetti del disegno o modello sulla società. È stata un’esperienza davvero gratificante per tutti».

Il Direttore esecutivo dell’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale, António Campinos, ha affermato:

«Tutti i nostri finalisti, grandi aziende o imprese molto piccole, mostrano il potere della progettazione portata sul mercato con la protezione del disegno o modello comunitario registrato, nonché gli effetti che tali disegni o modelli possono avere a livello economico, sociale ed estetico. Il nostro vincitore del premio alla carriera è una vera leggenda del design europeo, il quale, attraverso il suo talento e nel corso della sua lunga carriera, ha contribuito notevolmente al successo e allo sviluppo del suo settore».

I disegni e modelli finalisti nella categoria Industria sono:

Pulcina caffettiera espresso (titolare del DMC e fabbricante: Alessi S.p.A., designer: Michele De Lucchi) – Nell’includere Pulcina nella rosa dei finalisti la giuria ha ritenuto che Pulcina mostrasse «la bellezza nelle piccole cose» e richiamasse l’attenzione sulla gestione della proprietà intellettuale nonché sull’uso del sistema del disegno o modello comunitario registrato da parte di Alessi che hanno prodotto effetti positivi. La collaborazione di Alessi con designer esterni di talento costituisce una parte importante della politica tradizionale incentrata sull’innovazione e sull’eccellenza del design.

Portabiciclette Raval (titolare del DMC e fabbricante: Escofet 1886 S.A., designer: Gerard Arqué e Martin Caneda) – Il portabiciclette Raval è una soluzione di mobilità urbana moderna realizzata da un’azienda che è in attività da 130 anni. I giudici hanno elogiato Raval per le sue qualità di inclusione, sostenibilità ed empatia, e hanno lodato l’azienda per essere un utente regolare del sistema dei disegni o modelli comunitari registrati.

Passeggino leggero Thule Urban Glide (titolare del DMC e fabbricante: Thule IP AB, designer: interni all’azienda, con il sostegno dello studio di progettazione Veryday)  I progettisti della Thule hanno collaborato con lo studio di progettazione svedese Veryday per incorporare il linguaggio del design della Thule nel passeggino sportivo Thule Urban Glide prima del suo lancio sul mercato nel 2013. I giurati hanno sottolineato l’originalità del design, la fattura tecnica pregevole, la praticità, la sensibilità sociale e l’adattabilità ai diversi stili di vita.

Moto XDiavel (titolare del DMC e fabbricante: Ducati Motor Holdings S.p.A., designer: Ducati Design Centre)  Quando è stata lanciata nel 2015, la XDiavel ha rappresentato l’evoluzione del successo Ducati nel segmento di mercato delle cruiser sportive. Nel valutare questa candidatura, i giurati hanno evidenziato la complessità del design e le sue qualità estetiche complessive, sottolineando che l’approccio dell’azienda in relazione a progettazione e sviluppo complessi sostengono la sua capacità di adattarsi alle tendenze del mercato e, allo stesso tempo, di ridefinirle.

I disegni e modelli finalisti nelle categorie Imprese piccole ed emergenti sono:

Lampada Aria (titolare del DMC e fabbricante: Slamp, designer: Zaha Hadid Design) – Concepita da Zaha Hadid, architetto rinomato e insignito di riconoscimenti internazionali, Aria è stata apprezzata dalla giuria quale emozionante e flessibile fusione di tecnologia e processi artigianali. Quale utente regolare del sistema dei DCM, la Slamp è un chiaro esempio di realtà imprenditoriale incentrata sul design con una coerente strategia di protezione della proprietà intellettuale.

Pannello fonoassorbente Flap (titolare del DMC e fabbricante: Caimi Brevetti, designer: Alberto e Francesco Meda)–  Flap è stato progettato dal duo padre e figlio Alberto e Francesco Meda per Caimi Brevetti. I giurati hanno apprezzato la combinazione di elementi visivi e tattili del prodotto, nonché il modo in cui lo stesso funge da ponte tra il design industriale e di interni. Un altro aspetto posto in risalto dalla giuria è stato l’«uso sofisticato e intelligente del sistema dei DMC» da parte dell’azienda attraverso la sua strategia di gestione della proprietà intellettuale.

Panchina Ido (titolare del DMC e fabbricante: Anna Szonyi) – IDO è stata progettata come un’installazione di arredo urbano per offrire posti a sedere ed è composta da due soli elementi: legno e acciaio. Nella loro valutazione i giurati hanno sottolineato la capacità del prodotto di adattarsi a una varietà di comportamenti e interazioni. IDO rappresenta un prodotto creato sul tavolo da disegno e immesso sul mercato da una giovane designer, e gode della protezione del disegno o modello comunitario registrato.

Lampada Mooove (titolari del DMC e fabbricanti: David Saupe e Aaron Rauh) – Mooove gode della protezione di un brevetto e di un disegno o modello comunitario registrato, evidenziando una strategia di protezione della proprietà intellettuale ben consolidata e ben gestita, sfruttata con ottimi risultati da una giovane azienda. I giurati hanno elogiato le linee eleganti e la flessibilità del prodotto, nonché il suo equilibrio tra funzionalità ed estetica.

Vincitore del premio alla carriera: Giorgetto Giugiaro Il primo premio alla carriera DesignEuropa sarà conferito a Giorgetto Giugiaro, uno dei più famosi nomi del design industriale, che ha creato più di 200 design di autovetture nella sua lunga carriera durata sei decenni. I suoi progetti includono la Volkswagen Golf, la Lotus Esprit, la Fiat Panda e la Maserati Bora 3200 GT. Nel corso della sua vita lavorativa, ha collaborato con quasi tutte le più importanti case automobilistiche del mondo. Attraverso la sua leadership e la dedizione alla sua attività creativa, ha ispirato generazioni di giovani designer.

Il signor Giugiaro è noto in tutto il mondo come uno dei designer di maggior successo nella storia automobilistica. A lui si deve la creazione di oltre 300 modelli di serie e più di 200 prototipi di ricerca per numerosi produttori diversi. Circa 60 milioni di veicoli presenti sulle strade del mondo, prodotti da importanti case automobilistiche, sono il frutto della sua creatività.

Newsletter

Guarda anche...

Parlamento europeo

Il positivo contributo della proprietà intellettuale all’economia europea

Monaco di Baviera/Alicante, 25 ottobre 2016 – L’Ufficio europeo dei brevetti (UEB) e l’Ufficio della …

unione-europea

Il settore della musica registrata nell’UE perde 170 milioni di euro ogni anno a causa della pirateria musicale

Da un nuovo studio dell’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà intellettuale (EUIPO) emerge che nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi