Home | In Attualità | Papa Francesco: “Non è umano chiudere le porte, ma occorre prudenza”
Papa Francesco

Papa Francesco: “Non è umano chiudere le porte, ma occorre prudenza”

“Non dobbiamo spaventarci per i migranti perché l’Europa è stata fatta da una continua integrazione di culture”. “Se la Svezia ha perso la sua capacità di accoglienza” non è “per egoismo”, e serve una “prudenza” nella accoglienza, per poter dare “casa, lavoro, cultura” a tutti. Lo ha detto Papa Francesco nel volo di ritorno dalla Svezia.

“Prima di tutto io come argentino e sudamericano – ha esordito il Papa – ringrazio tanto la Svezia per questa accoglienza, perché tanti argentini, cileni, uruguaiani, al tempo delle dittature militari sono stati accolti nella Svezia che ha una lunga tradizione di accoglienza, ma – ha aggiunto – non può soltanto ricevere ma integrare, cercare subito casa, scuola, lavoro, integrare in un popolo”. “Mi hanno detto un dato, forse sbaglio, posso sbagliare, su quanti abitanti ha la Svezia, nove milioni, bene, di questi, 850mila sarebbero nuovi svedesi, cioè migranti o rifugiati o loro figli”.

Newsletter

Guarda anche...

Juncker

Migranti, Juncker: “Scandaloso il fatto che si voltino le spalle all’Italia”

Sui migranti è “scandaloso il fatto che si voltino le spalle all’Italia nel momento in …

guida-autonoma

Sbarcano anche in Europa primi test guida autonoma

Sbarcano anche in Europa i primi test su strada di veicoli con guida autonoma, con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi