Home | Tempo d'Europa | Tensione tra Bruxelles e Roma. Ecco cosa sta succedendo
matteo-renzi-e-jean-claude-juncker

Tensione tra Bruxelles e Roma. Ecco cosa sta succedendo

Nuova tensione tra Bruxelles e Roma. Il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, avverte il premier, Matteo Renzi: l’Italia, dice, non smette di attaccarci a torto. “La Commissione che presiedo – afferma Juncker – ha introdotto nell’interpretazione del Patto di stabilità degli elementi di flessibilità che sono andati a beneficio di un certo numero di stati membri. Prenderei l’esempio dell’Italia perché l’Italia non smette di attaccare la Commissione a torto e questo non produrrà i risultati previsti”. L’Italia, insiste, “non può più dire, e se lo si vuole dire lo si può fare ma me ne frego in realtà, che le politiche di austerità sarebbero state continuate da questa Commissione come erano state messe in atto in precedenza”, rileva Juncker durante un ragionamento sulle richieste italiane di flessibilità, in cui sottolinea tra l’altro che i costi “aggiuntivi” per migranti e terremoto valgono lo 0,1% del Pil e che l’Italia aveva promesso di avere un deficit dell’ 1,7% nel 2017 mentre ora ne propone uno del 2,4%.

Replica il presidente del consiglio italiano: “Juncker – afferma Matteo Renzi a Frosinone – dice che faccio polemica. Noi non facciamo polemica, non guardiamo in faccia nessuno. Perché una cosa è il rispetto delle regole, altro è che queste regole possano andare contro la stabilità delle scuole dei nostri figli. Si può discutere di investimenti per il futuro ma sull’edilizia scolastica non c’è possibilità di bloccarci: noi quei soldi li mettiamo fuori dal patto di stabilità vogliano o meno i funzionari di Bruxelles”.

Newsletter

Guarda anche...

sconfinamenti-in-viaggio-tra-arte-e-poesia

Sconfinamenti in viaggio tra arte e poesia ai Musei di Villa Torlonia

Il “viaggio”, partito a giugno dal Museo Diocesano di Genova nell’ambito del Festival Internazionale di …

Matteo Renzi

Matteo Renzi si è dimesso. Da domani alle 18 le consultazioni

Matteo Renzi si è dimesso. Le consultazioni si apriranno da domani al Quirinale dalle ore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi