Home | Dischi & Novità | Paolo Di Sabatino ft. Ben Dover: esce ORBITS, concept album che fonde il jazz alle sonorità electro
paolo-di-sabatino

Paolo Di Sabatino ft. Ben Dover: esce ORBITS, concept album che fonde il jazz alle sonorità electro

In ORBITS il jazz e la melodia del pianista Paolo Di Sabatino, incontrano le sonorità più electro, frutto della ricerca sonora di suo fratello Luca, alias Ben Dover: due mondi apparentemente paralleli s’incontrano in un percorso musicale dal forte impatto emotivo. Un progetto discografico in cui Paolo spinge se stesso e la sua capacità compositiva verso uno spazio fino ad ora solo immaginato.

Apprezzato a livello internazionale come uno dei pianisti e compositori più versatili nel panorama jazz, Paolo Di Sabatino ha sempre dimostrato un forte interesse verso le nuove sonorità. Questa ricerca lo spinge a realizzare album come Voices (un disco di sole canzoni) e a ricercare ritmiche coinvolgenti con la creazione del progetto Trace Elements (dove si sono succeduti in studio e sul palco batteristi come Peter Erskine, Jojo Meyer e Dennis Chambers).
Ben Dover è l’alter-ego elettronico di Luca Di Sabatino, nato più di due anni fa e che ha al suo attivo la produzione di un CD (“Switched-On Ben Dover”) e diversi singoli con una forte vena electro.

Le progressioni armoniche, le linee melodiche godibili e cantabili tipiche delle composizioni jazz di Paolo, rivedute da Ben Dover, conducono verso una visione digitale, analogica ed elettronica, che rendono ORBITS un risultato sicuramente interessante e inaspettato. Ispirato fortemente da Laurent Garnier, Matthew Herbert, Trentemøller, Nicola Conte o Max Richter tra gli altri, l’album è il tentativo dei due fratelli di generare qualcosa di originale a livello compositivo usando nuovi mezzi di espressione, dal respiro nord europeo, in Italia ancora terra di pochi audaci.
Il disco è composto da 9 tracce. Ogni traccia porta il nome di un pianeta, un viaggio musicale che vuole portare l’ascoltatore a scoprire nuove sonorità, spazi popolati da suoni inusuali nel jazz e armonie inusuali nella musica elettronica.

ORBITS contiene, inoltre, una bonus track, da cui il titolo del progetto musicale: unica canzone di tutto l’album. La voce è della cantante americana Tyra Julliette, protagonsita nel video del brano la pole dancer Valeria Bonalume.

CD Tracklist
1. Saturnian Dream 7.32 / 2. Fragments of Mars 7.32 / 3. Mercury Orbit 5.29 / 4. Around Earth 5.04 / 5. Jupiter Asteroids 5.48 / 6. Techno Neptune 6.36 / 7.Venus Time 4.56 / 8. Uranus Dance 6.51 / 9. Pluto’s Light 5.26 Bonus Track Orbits 3.32

ORBITS è anche una tournée.
Queste le date di novembre:
15 novembre – Roma – L’Asino che vola
18 novembre – Ascoli Piceno – Cotton Lab
23 novembre – Perugia – Bad King
30 novembre – Rubiera (Re) – Matterello

Newsletter

Guarda anche...

Paolo Di Sabatino

Intervista a Paolo Di Sabatino ‘… la musica è indispensabile alla nutrizione del nostro spirito’

E’ uscito il 9 settembre in tutti gli store digitali ‘Trace Elements’ il nuovo album di Paolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

'

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi