Home | In News | Rugby: Italia – Nuova Zelanda 10-68

Rugby: Italia – Nuova Zelanda 10-68

Troppo forti gli All Blacks per l’Italrugby guidata da Conor O’Shea: i campioni del mondo in carica passano infatti all’Olimpico di Roma con il risultato di 68-10 nel primo dei tre Test Match autunnali.

La Nuova Zelanda vendica così subito la sconfitta rimediata a Chicago sabato scorso contro l’Irlanda, segnando dieci mete agli azzurri. Nella prima frazione di gioco buon avvio dell’Italrugby, brava a sventare in maniera ottimale le offensive neozelandesi e a ripartire a più riprese nella metà campo avversaria. La meta al 5’ di Malakai Fekitoa rompe però gli equilibri in campo, portando definitivamente avanti i tutti neri. Nella ripresa monologo neozelandese in campo, con i tre quarti ospiti che prendono definitivamente in mano le redini dell’incontro. Il calcio di punizione realizzato al 12’ da Carlo Canna e la meta al 68’ del subentrato Tommaso Boni non bastano a risollevare le sorti di un match quasi mai in discussione.

Newsletter

Guarda anche...

Anniversario dei Trattati di Roma: l’Unione Europea compie 60 anni

Sessant’anni fa, i leader dei sei Stati membri fondatori si sono riuniti a Roma per …

roma

Italia regina del mondo per influenza culturale

L’Italia batte la Francia. E le strappa lo scettro di regina del mondo per influenza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi