Home | In Attualità | Referendum costituzionale: oggi si vota fino alle 23

Referendum costituzionale: oggi si vota fino alle 23

Oggi gli italiani decideranno con il loro voto se approvare o bocciare la riforma della Costituzione. Si sono aperti in tutta Italia i seggi sul referendum confermativo per dire sì o no alla riforma costituzionale proposta dal Governo Renzi e approvata dal Parlamento che modifica 47 articoli della Costituzione.

I seggi resteranno aperti oggi fino alle 23.00 in tutta Italia. Subito dopo la chiusura delle urne comincerà lo spoglio delle schede, sia del voto in Italia, sia del voto degli italiani all’estero.

La domanda sulla scheda – Il quesito presente nella scheda elettorale per il referendum è il seguente: “Approvate voi il testo della legge costituzionale concernente ‘Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione’ approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?”.

Non è previsto il raggiungimento di un quorum: la consultazione sarà valida indipendentemente dal numero dei voti espressi. A votare sono chiamati 46.714.950 elettori sul territorio nazionale – di cui 1.344 residenti all’estero che hanno optato per il voto in Italia – nonché 3.963.580 residenti all’estero e 31.462 temporaneamente all’estero che hanno presentato richiesta di voto per corrispondenza. I diciottenni che potranno votare per la prima volta sono 354.010: 182.533 uomini e 171.477 donne. Il comune con il corpo elettorale meno numeroso è Moncenisio, in provincia di Torino, con 29 elettori: 14 uomini e 15 donne. Il comune invece con il corpo elettorale più numeroso è Roma, con 2.092.633 elettori, di cui: 974.896 uomini e 1.117.737 donne.

Newsletter

Guarda anche...

Matteo Renzi

Referendum costituzionale: vince il NO. Matteo Renzi si dimette

Matteo Renzi riconosce la sconfitta nel referendum sulle riforme costituzionali. Il popolo italiano “ha parlato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi