Home | Tour 2016 | Statuto: sabato 17 dicembre in concerto al Raindogs di Savona

Statuto: sabato 17 dicembre in concerto al Raindogs di Savona

Sabato 17 dicembre gli STATUTO saranno in concerto al Raindogs di Savona (Piazza Pippo Rebagliati, 1 – ingresso 12,00 € con tessera Arci – inizio concerto ore 22.00) per presentare il loro ultimo disco “AMORE DI CLASSE”, già disponibile nei negozi fisici, in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

Dopo il successo di vendite su cd, inoltre, “AMORE DI CLASSE” è disponibile anche in VINILE! All’interno dello special pack è possibile trovare un book di 8 pagine con la storia raccontata nel disco per intero e un “fotoromanzo” (per informazioni e prenotazioni scrivere alla mail materiale@statuto.net).

A proposito dell’uscita del vinile, gli Statuto affermano: «Fortemente richiesto dai nostri fans, abbiamo deciso di pubblicare su LP il nostro “Amore di Classe” perché è una storia musicale che va ascoltata anche con l’intenso suono “vinilico” e gustata, da buon concept-album, anche con la copertina grande e con tutta la storia completa da leggere e guardare nel “fotoromanzo” allegato. È stile anche questo…»

Questi i prossimi appuntamenti confermati per l’AMORE DI CLASSE – CLUB TOUR: 17 dicembre al Raindogs di Savona (Piazza Pippo Rebagliati, 1 – ingresso 12,00 € con tessera Arci – inizio concerto ore 22.00); 14 gennaio a La claque di Genova (Vicolo San Donato, 9); 21 gennaio al Combo Social Club di Firenze (Via Mannelli, 2); 9 febbraio al Bravo Caffè di Bologna (Via Mascarella, 1); 11 febbraio al Brancaleone di Roma (Via Levanna, 11).

È in rotazione radiofonica “RITMI DI METROPOLI”, nuovo singolo degli STATUTO, estratto dall’album “Amore di Classe” (Universal). Il videoclip del brano, registrato “buono alla prima”, ha la particolarità di avere 5 bottoni su cui è possibile cliccare per visualizzare lo stesso da 5 prospettive diverse.

“RITMI DI METROPOLI”, prodotto da Max Casacci e Rudy Dimonte, è caratterizzato da sonorità powerpop e ritmi giamaicani. Nel testo del brano, scelto come nuovo singolo tramite un sondaggio sui social rivolto ai fans della band, gli Statuto descrivono l’ambiente urbano, lo stile e la quotidianità dei giovani protagonisti della storia raccontata nel concept della band torinese. La canzone è considerata come fondamentale per l’intero lavoro, tanto che il ritornello è citato sulla copertina del disco: “Ritmi di Metropoli, Suoni Multietnici, Abiti Impeccabili: siamo noi”.

“AMORE DI CLASSE”, uscito lo scorso gennaio, è entrato direttamente nella classifica dei dischi più venduti in Italia ed è stato definito da Ezio Bosso, bassista della band per anni, come miglior disco della carriera artistica degli Statuto. Seguito in tutta la fase di composizione, pre-produzione, registrazione, mixaggio e produzione artistica da Max Casacci con Rudy Di Monte, l’album racconta in 11 canzoni consequenziali, una storia metropolitana attualissima, scritta da oSKAr. Le sonorità attuali si legano alle radici del gruppo mod torinese, creando un genere totalmente personale ed evoluto, del tutto originale nell’ambito della musica pop italiana. Le parti degli archi sono arrangiate e suonate da Davide Rossi (già arrangiatore di Coldplay, Goldfrapp,Duran Duran e molti altri).

Questa la tracklist di “Amore di Classe”: “Ouverture”, “Batticuore”, “Ritmi di Metropoli”, “Catturami”, “Amore di Classe”, “Pubbliche Virtù”, “Non sei lei”, “Non sarai tu a cambiare il mondo”, “Devi riderci su”, “Corri Adamo”, “Cosa Conta” e “Questa è la felicità”.

Gli STATUTO sono oSKAr (voce), Naska (batteria), Alex Bumba (chitarra) e Rudy (basso). La band è una realtà unica nel panorama della musica italiana, con il suo coerente ma non per questo mai evoluto stile mod, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi impegnati. Gli Statuto sono spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili, con una musica diventata di “moda” che è iniziata con lo ska e si è fusa con il soul e il powerpop, diventando totalmente originale e incatalogabile. Senza mai aver assunto i panni delle “star”, senza essersi mai allontanati idealmente (e geograficamente) da Piazza Statuto, luogo di partenza e di creazione culturale, ideologica e musicale del gruppo sono arrivati su ogni tipo di palcoscenico, dal Teatro Ariston del Festival di Sanremo al concerto per i licenziati della Lancia/Fiat di Chivasso, dal Festivalbar al Leonkavallo, dal Cantagiro al concerto in Plaza De La Revoluciòn all’Habana de Cuba (invitati dalle autorità locali), sempre con la massima semplicità e naturalezza che li contraddistingue fin dai loro inizi.

Newsletter

Guarda anche...

statuto

“Va Tutto Bene” il nuovo singolo degli Statuto con Max Giusti

Statuto e Max Giusti, accoppiata anomala e vincente per questo 2018 di festeggiamenti e importanti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi