Home | In News | Christmas Jumper mania anche in Italia

Christmas Jumper mania anche in Italia

Anche in Italia quest’anno è Jumper mania. La tradizione tanto in voga nei paesi anglosassoni di vivere il clima natalizio indossando buffi maglioni decorati nei modi più strampalati sta facendo breccia anche nel nostro Paese.

Insegnanti e studenti di centinaia di scuole in tutta Italia, attori e attrici, cantanti, personaggi dello sport e dello spettacolo, dipendenti di importanti aziende, bloggers, instagrammers, o, semplicemente, persone comuni che vogliono dar sfoggio alla loro creatività e fantasia, condividendo le proprie foto sui social. Sono più di 120.000 quelli che finora hanno partecipato al Christmas Jumper Day, la giornata dedicata ai maglioni natalizi che fanno del bene, organizzata per la prima volta in Italia da Save the Children e che si tiene oggi 16 dicembre.

“Metti un maglione e dai ai bambini un futuro migliore” è lo slogan dell’iniziativa lanciata dall’Organizzazione internazionale dedicata dal 1919 a salvare i bambini in pericolo e a promuoverne i diritti: un invito al pubblico per fare del bene senza prendersi troppo sul serio.

E così, se nel Regno Unito, nel famosissimo museo delle cere di Londra, il Madame Tussauds, possiamo incontrare addirittura la famiglia reale al gran completo, con tanto di cagnolini al seguito, con indosso i buffi maglioni colorati natalizi, fantasia, stramberie e divertimento a base solidale la fanno da padrona anche in casa nostra.

Partecipare, del resto, è semplice: basta procurarsi un jumper, il maglione natalizio, comprandolo oppure decorandone uno vecchio con materiali di recupero e organizzare un evento o una festa coinvolgendo amici, familiari e colleghi. Durante il party a tema jumper, tutti gli invitati potranno effettuare donazioni in favore dei progetti di Save the Children, per regalare un sorriso ai bambini senza un domani in Italia e nel mondo.

Tra i cantanti italiani, tra i primi a jumperizzarsi, non sono passati inosservati il rocker e giudice severo di X Factor Manuel Agnelli, Tiziano Ferro e la salentina Emma Marrone. Tantissimi anche gli attori e attrici che si sono sbizzarriti a indossare maglioni strampalati: da Valentina Lodovini a Vinicio Marchioni, passando per Paola Cortellesi e Isabella Ferrari, fino al regista di “Lo chiamavano Jeeg Robot”, solo per citarne alcuni. La jumper mania impazza anche tra i personaggi di radio e tv: Alessia Marcuzzi ha sfoggiato un bel maglione natalizio immortalato da un selfie, mentre Antonello Dose e Marco Presta, conduttori de “Il ruggito del coniglio” su Radio 2, si sono jumperizzati per la diretta della puntata di oggi coinvolgendo tutto il pubblico in sala.

In ambito calcistico, a raccogliere la sfida lanciata dalla squadra inglese dell’Arsenal – che ha mandato in conferenza stampa l’allenatore Arsène Wenger accompagnato dai calciatori Hector Bellerin e Santi Cazorla, con in testa rispettivamente le corna delle renne e le gambe di Babbo Natale – non poteva che essere un duro come Gennaro “Ringhio” Gattuso, campione del mondo nel 2006 ed attuale allenatore del Pisa, che non solo ha indossato un buffissimo maglione con il volto di una renna in primo piano ma ha jumperizzato anche la sua fedelissima barboncina Baby. Anche i giocatori della Fiorentina non hanno voluto essere da meno e si sono presentati sul campo d’allenamento indossano coloratissimi maglioni natalizi, barbe e cappelli strampalati.

E tra i selfie jumper più originali nella fotogallery quello di due sommozzatori nella vasca degli squali dell’Acquario Sea Life di Londra: sopra la muta, neanche a dirlo, un coloratissimo maglione.

La sfida del maglione natalizio in Italia è stata vissuta con grande partecipazione soprattutto nelle scuole: oltre 750 gli istituti primari e secondari di primo grado hanno aderito all’iniziativa di Save the Children; più di 90.000 gli studenti coinvolti. Puglia (137 scuole), Lombardia (130) e Campania (102) le regioni con il maggior numero di istituti partecipanti. Gli insegnanti hanno coinvolto gli studenti grazie a uno speciale toolkit ricco di idee e suggerimenti su come associare attività creative a laboratori didattici su temi legati ai diritti dei bambini e degli adolescenti, in modo da coniugare l’attività ludica con momenti di riflessione.

Grazie all’impegno della rete di volontari di Save the Children, inoltre, sono stati organizzati più di 80 eventi e attività a base jumper su tutto il territorio nazionale, mentre numerose attività sono state realizzate nell’ambito di tutti i progetti dell’Organizzazione in Italia. Tra questi, l’evento organizzato oggi a Torino da UndeRadio, la web radio under 18 contro le discriminazioni, che vede l’incontro tra oltre 100 ragazze e ragazzi per ragionare insieme sui valori, sulle diversità e su ciò che li accomuna durante le feste natalizie.

È ancora possibile continuare la festa, organizzando magari una speciale tombolata natalizia. Basta registrarsi su www.christmasjumperday.it/ per ricevere il kit con tutte le idee e le dritte per creare l’evento più adatto e decorare il proprio maglione. Le foto con il jumper potranno essere inoltre condivise sui social, utilizzando l’hashtag #ChristmasJumperDay su Facebook, Instagram e Twitter.
Fino al 25 dicembre sarà inoltre possibile sostenere l’iniziativa del Christmas Jumper Day anche inviando un sms del valore di 2 euro al 45522 da cellulari TIM, Vodafone, WIND e di 5 o 10 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TIM e Infostrada e di 5 euro da telefonia fissa Vodafone.

I partner aziendali – Sostengono l’iniziativa anche alcune importanti aziende. Tra queste, OVS, storico donatore di Save the Children che ha deciso di supportare l’Organizzazione anche in occasione del Christmas Jumper Day in qualità di main partner. Durante il mese di dicembre sarà possibile aderire all’evento personalizzando il proprio maglione natalizio con una delle spille che la catena di abbigliamento distribuirà, a fronte di una donazione, in tutta la propria rete di negozi in Italia.

Anche Flying Tiger Copenhagen sostiene il Christmas Jumper Day. A dicembre nei loro negozi sarà possibile trovare una shopper e una cartolina realizzate ad hoc per questa iniziativa.

Hanno aderito all’iniziativa anche i dipendenti delle aziende RB Italia e GSK Italia che, attraverso l’organizzazione di eventi ed attività di sensibilizzazione e raccolta fondi, potranno contribuire alla promozione di questo evento.

Da segnalare anche la preziosa collaborazione con “Peppa Pig” attraverso una campagna promozionale dedicata a cui hanno aderito Centauria, Editore della Rivista Ufficiale di Peppa Pig e Leolandia, il Parco Divertimenti che ospita il Mondo di Peppa Pig.

Newsletter

Guarda anche...

elisa

Elisa Ambasciatrice di Save the Children per difendere il futuro dei bambini nel mondo

Elisa, voce tra le più rinomate nel panorama musicale italiano e internazionale, scende in campo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi