Home | In News | Riccardo Borgo: “Calenda parla senza conoscere realtà”

Riccardo Borgo: “Calenda parla senza conoscere realtà”

Il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, che punta a un registro per la trasparenza nelle concessioni balneari, “parla senza conoscere la realta’”. Lo afferma in una nota il presidente del Sindacato italiano balneari/Confcommercio, Riccardo Borgo, secondo il quale l’incontro di martedi’ prossimo, 14 marzo, sara’ l’occasione per un confronto con la categoria”.

A giudizio di Borgo il ministro si avventura in una “ardita quanto banale divisione (l’entrata totale diviso il numero delle concessioni)”, attraverso cui “sentenzia che ogni concessione paga un’inezia”. Invece, puntualizza, “il canone e’ quanto lo Stato ci chiede e che deriva da una legge” e “costituisce solo una voce tra i costi sostenuti dai balneari.

Quello che certamente non sa e’ che qualche centinaio di imprese oggi sta fallendo in quanto gravate da canoni con valori commerciali che, per la loro stessa assurda esosita’, non riescono a pagare. E’ dal 2007 che chiediamo, inutilmente, una perequazione e un riequilibrio”. I balneari si dichiarano poi “pronti” sulla trasparenza, ma avvertono che servirebbe “una iniziativa di carattere generale che riguarda tutti i tipi di concessione.

Anche quelle in capo a potentati economici e/o mediatici o, ad esempio, autostradali e petrolifere che risultano essere di competenza del Mise”. Insomma, conclude, “ci sembra che Calenda ‘l’abbia giurata’ agli imprenditori balneari, immaginandoli potenti e ricchissimi nababbi, anziche’, come realmente siamo nella stragrande maggioranza dei casi, piccole imprese dove l’elemento lavoro (100.000 addetti diretti), e’ fondamentale”.

Quanto poi alla differenza tra “l’ottica che il Ministro Enrico Costa ci ha spiegato, e quella di Calenda, che conosciamo solo da qualche giorno”, i balneari chiedono che “il Governo chiarisca punto per punto”.

 

Newsletter

Guarda anche...

liguria

Estate 2017. Spiagge verso il tutto esaurito

Sarà un’estate da tutto esaurito. Trainata dal classico binomio mare-sole. Ma con il plus dell’offerta …

jesolo

Turismo. Stagione hi-tech per le spiagge venete

Fare squadra, gettando alle spalle ogni campanilismo, per riportare in Veneto il turismo straniero. E’ …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi