Home | In Attualità | Firenze: riconosciuta adozione a coppia padri gay. E’ la prima volta in Italia

Firenze: riconosciuta adozione a coppia padri gay. E’ la prima volta in Italia

Per la prima volta riconosciuta in Italia ‘adozione di minori all`estero da parte di una coppia di uomini. Il Tribunale per i minorenni di Firenze con decreto pubblicato ieri, ha accolto la richiesta di riconoscimento dell’adozione di due bambini, tra loro fratelli, pronunciata da parte di una Corte britannica a favore di una coppia di uomini. I due papà, entrambi italiani, da tempo residenti nel Regno Unito, si sono rivolti ad Avvocatura per i diritti LGBTI – Rete Lenford – per ottenere in Italia la trascrizione dei provvedimenti emessi dall’Autorità straniera a cui consegue per i figli il riconoscimento della cittadinanza italiana e del medesimo status e dei medesimi diritti riconosciuti nel Regno Unito.

Newsletter

Guarda anche...

biennale-antiquariato

La Biennale Internazionale d’Antiquariato di Firenze annuncia le Gallerie del 2017

La Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze – dopo aver quasi raddoppiato le presenze di pubblico …

Carcere-diritti-giustizia

Convegno “Il mondo come prigione? Carcere, diritti, giustizia” al Maxxi di Roma

Da Monsignor Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura a Luigi Manconi, Presidente della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi