Home | In News | Erosione delle coste. Ecco l’appello del sindacato balneari

Erosione delle coste. Ecco l’appello del sindacato balneari

Interventi urgenti per arginare il fenomeno dell’erosione costiera. A chiederlo è il SIB Confcommercio, il sindacato provinciale dei titolari delle imprese della balneazione.

Chilometri di sabbia divorati ogni anno; dall’80 ad oggi sono spariti 3500 km di coste italiane con danni enormi per l’habitat naturale e per l’economia turistica. Regioni come la Puglia, caratterizzate da coste basse e sabbiose, sono tra le più danneggiate dalla furia del mare e dai fattori di rischio.

La provincia di Taranto con i suoi 140 km di costa da Marina di Ginosa a San Pietro in Bevagna, per lo più caratterizzata da lunghe distese di sabbia, è tra le più esposte al fenomeno. Occorre mettere in atto strumenti e azioni che pongano un freno all’erosione costiera un ‘Piano di interventi mirati a mitigare gli effetti dell’erosione nell’arco jonico’. Una sistematica azione di recupero e di salvaguardia della fascia costiera che contenga le conseguenze negative dell’arretramento della battigia e del depauperamento delle dune, garantendo il riequilibrio ambientale e paesaggistico. A tal proposito la richiesta di incontro ‘urgente’ inoltrata in queste ore dal presidente provinciale del SIB, Vincenzo Leo, e dal presidente di Confcommercio Taranto, Leonardo Giangrande, al presidente della Regione, Michele Emiliano, all’assessore Reti e Infrastrutture, Giovanni Giannini, al direttore del Dipartimento regionale Paesaggio e Ecologia, Barbara Valenzano, e al presidente della Provincia di Taranto, Martino Tamburano.

Nell’aprile del 2016 l’assemblea dei Sindaci della provincia di Taranto, con proprio atto, pose come obiettivo la definizione di un piano di analisi e di interventi nell’arco jonico di competenza della Provincia di intesa con la Regione Puglia, e contestualmente dette mandato al Presidente della Provincia di analizzare e raccordare le varie iniziative in atto nel territorio provinciale con le iniziative della Regione Puglia e con quelle delle Regioni Calabria e Basilicata, al fine di armonizzare gli interventi e le soluzioni tecniche.

Per restare infine in tema di demanio e coste, si ricorda l’assemblea generale dei balneari pugliesi, lunedì 13 marzo alle 14.30 presso la Camera di commercio di Bari su ‘TUTELA DELLE IMPRESE BALNEARI ESISTENTI E D.D.L. RIORDINO DI CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME’.

Sono previsti vari interventi tra i quali: il presidente regionale di Confcommercio, Alessandro Ambrosi, il vice presidente vicario del Sib, Antonio Capacchione, il presidente della Regione, Michele Emiliano, gli onorevoli Sergio Pizzolante, Salvatore Tommaselli e Massimo Cassano impegnati nell’iter del Decreto.

Newsletter

Guarda anche...

taranto

Taranto. Spiagge joniche prese d’assalto, iniziato un nuovo percorso

Mentre il cuore del Salento si conferma, anche per l’estate 2017, tra le mete più …

scogliera

Scogliera anti-erosione a difesa degli stabilimenti

Francavilla, ma l’intervento realizzato in acqua dai balneatori non è stato ancora autorizzato dalla Regione. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi