Home | In News | Asinara Emissioni Zero: la Fondazione di Sardegna finanzia progetto di sostenibilità ambientale sull’isola parco

Asinara Emissioni Zero: la Fondazione di Sardegna finanzia progetto di sostenibilità ambientale sull’isola parco

SASSARI 6 aprile 2017 – Compiuto il primo passo verso una mobilità sostenibile per il Parco nazionale dell’Asinara. Asinara Emissoni Zero, così è stato denominato il progetto che in questi giorni sta prendendo forma e che a breve porterà alla dismissione dell’attuale flotta dei mezzi a gasolio dell’ente Parco con la sostituzione di veicoli a trazione elettrica. Un’azione importante, nel pieno rispetto della sensibilità ambientale del Parco nazionale, attuabile grazie al finanziamento di 750.000 euro erogato dalla Fondazione di Sardegna che, da subito, ha sposato l’idea di un’isola in cui le auto non emettono sostanze nocive.

Il progetto è stato presentato questa mattina nella sede della Fondazione di Sardegna a Sassari, alla presenza del presidente della Fondazione Antonello Cabras, del vicepresidente del Parco nazionale dell’Asinara e sindaco di Stintino Antonio Diana, del direttore del Parco Pier Paolo Congiatu e dei componenti del consiglio direttivo Sean Wheeler sindaco di Porto Torres e Delfo Poddighe.

«Si tratta di un progetto ambizioso – ha detto Antonio Diana – perché l’obiettivo non è soltanto quello di rendere l’isola autonoma dal punto di vista dell’alimentazione elettrica dei nuovi mezzi ma è trasformare la mobilità sull’Asinara entro pochi anni. Vorremmo farlo anche con diverse iniziative, compresa la possibilità di erogare incentivi agli operatori che lavorano sull’isola e che decidessero di utilizzare mezzi elettrici».

Per il presidente Antonello Cabras si tratta di «un primo passo, importantissimo, perché apre la strada ad altri progetti. E l’Asinara è un luogo di elezione per quessto tipo di mobilità, un’idea che aveva bisogno di qualcuno che la finanziasse. Siamo felici – ha detto – che il progetto cominci ad avere una sua attuazione, che chiama altri sostegni. Un progetto che può avere una rilevanza nazionale ma anche internazionale».

Il sindaco di Porto Torres ha rimarcato il fatto che «l’isola dell’Asinara è un luogo di silenzio e un progetto così rafforza il senso di pace che si trasmette a chi la visita. E quessto progetto – ha detto ancora Sean Wheleer – fa il paio con quello dei due battelli elettrici che ci auguriamo di mettere presto in campo».

A illustrare il progetto è stato il direttore dell’ente parco Pier Paolo Congiatu che ha sottolineato come il modello Asinara, ideale per la mobilità sostenibile possa essere esportato. «E’ un progetto che ha un valore aggiunto – ha detto – il rispetto per la natura e per le persone che la visitano».

Il progetto, affidato ad un’associazione temporanea di professionisti selezionati tramite procedura di evidenza pubblica, così come deciso dal consiglio direttivo sarà articolato in tre fasi.
La prima fase, da attuare nell’immediato, prevede l’acquisto di 5 autovetture elettriche oltre a un pulmino da 9 posti. È previsto inoltre l’acquisto di colonnine per la ricarica dei mezzi collegate alla rete Enel da collocare in punti strategici dell’isola (Fornelli, Cala Reale, Cala d’Oliva).
Nella seconda fase si realizzerà l’infrastruttura, un impianto fotovoltaico da circa 40 Kwp in grado di produrre l’energia elettrica necessaria per la ricarica dei mezzi.
Nella terza ed ultima fase si acquisteranno gli accumulatori che consentiranno di immagazzinare l’energia pulita prodotta, affinché possa essere utilizzata per la ricarica durante le ore notturne.
Il progetto realizzato sarà ovviamente implementabile in funzione di nuovi finanziamenti e, al di là degli indubbi benefici di carattere ambientale, sarà senz’altro fondamentale per il messaggio che il Parco intende veicolare, sensibilizzando e coinvolgendo comportamenti individuali e collettivi per il rispetto delle risorse naturali.

L’obiettivo sfidante a cui sottendere nel medio termine è l’Asinara “off grid”, autosufficiente sotto l’aspetto energetico e interamente alimentata da fonti pulite e rinnovabili e “Asinara Emissioni Zero” rappresenta senza dubbio il primo importante tassello.

Newsletter

Guarda anche...

incontro-isili

Il Parco dell’Asinara protagonista con Liberamente

Valorizzare il patrimonio paesaggistico e identitario dei territori in cui si trovano le colonie penali …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi