Home | Band | C’esco e i musicanti di Brahma: il 19 maggio esce il debut album

C’esco e i musicanti di Brahma: il 19 maggio esce il debut album

Poco più di un mese alla pubblicazione di MUTAZIONE – PROFONDITA’ IN SUPERFICIE, il primo album di C’esco e i musicanti di Brahma, in uscita il 19 maggio. Il disco è anticipato del videoclip Macchia di Rosa, primo singolo estratto dal nuovo lavoro, già online.

Il progetto è il risultato dell’unione tra il cantautore lecchese Francesco Bertoletti (C’esco) e la sua band di 7 elementi. L’idea nasce da C’esco, che dopo anni di ricerca sonora riesce finalmente a formare la band dando una nuova vita alle sue canzoni. Canzoni che parlano spesso della condizione dell’essere umano contemporaneo, descrivendo il punto di vista di C’esco in modo diretto. Dalla fusione con la band nasce una musica energica e d’impatto, di stampo cantautorale. Il sound è molto ricco, caratterizzato da strumenti acustici ed elettrici, tipici del rock e del folk classico.

Le parole di C’esco sula genesi dell’album: “Il disco nasce dall’esigenza di esprimere le emozioni e le ideologie che porto con me.
Le canzoni esprimono denuncia verso la staticità, sdegno verso la società moderna, stimolo alla lotta interiore, uguaglianza, guerra, morte, speranza, amore… Ogni brano dice la sua.
Stanco di “accettare il destino”, dopo anni di paura di non essere all’altezza, scrissi “mutazione”. Quel brano mi ha dato una scossa fortissima, mi ha stimolato e mi ha convinto a mettere anima e corpo per questo disco e per il futuro della mia vita. Dopo essermi deciso, ho iniziato a pensare a come dovevo fare per costruire e portare avanti tutto quanto. Ho ricontattato Alberto Freddi, Massimo Deo e Matteo Canali, (Violino, chitarra elettrica, batteria, amici di vecchia data con cui ho collaborato più volte in passato) e gli ho esposto l’idea di voler fare questo disco e di voler realizzare un progetto musicale particolare, di alto livello. Non mi appoggiarono subito. Grazie alla conoscenza di Michele Braguti (Percussionista) sono arrivato a conoscere Emanuele Panzeri e Francesco Pelladoni (Polistumentista – basso) che mi proposero di suonare insieme a loro durante una serata intima organizzata a casa loro. Una sola prova, buona la seconda! Ricordo che c’erano più o meno 20 persone e queste 20 persone erano ferme, concentrate, curiose e stupite. Ci siamo accorti di aver fatto qualcosa di magico e ci abbiamo creduto tutti. L’incontro con Stefano Fumagalli (Produttore) è stato fondamentale, ha visto un valore in quello che volevo fare, mi ha appoggiato da subito e mi ha sopportato per un anno intero di lavoro.”

Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi