Home | Interviste | Intervista al cantautore siciliano Salvo Castagna

Intervista al cantautore siciliano Salvo Castagna

“Primavera Mai” è il nuovo singolo del cantautore siciliano Salvo Castagna. La canzone racconta l’amore tormentato tra due persone, paragonando la loro storia all’immensità della sabbia e del cielo. L’amante, protagonista di una relazione intensa, è una Primula, il fiore primaverile per eccellenza, fresco e delicato, ma che fatica a sbocciare.

Il brano fa parte del progetto di un nuovo album maturo e consapevole che darà un’identità musicale nuova a Salvo Castagna, scritto con la collaborazione di Franco Manco, Valerio Carboni e Carlo Rizioli, che è anche il produttore. Il nuovo lavoro dell’artista siciliano è il primo con l’etichetta Sarò Libera, con la quale il cantautore ha firmato da poco un contratto discografico.

Ciao Salvo e benvenuto sulle pagine di Radio Web Italia. “Primavera mai” è il tuo nuovo singolo. Com’è nato questo pezzo?
Per caso, una parola io, una Carlo, poi Valerio e Franco, ci si confronta… le canzoni nascono quasi sempre così.

Se dovessi descrivere questo singolo con un aggettivo, quale useresti?
Profondo, toccante… tutti prima o poi abbiamo vissuto un amore tormentato.

Il brano è accompagnato dal video ufficiale. Ci racconti dove è stato ambientato?
In Sicilia, vicino Palermo. Ci hanno ospitato degli amici che hanno l’auto fantastica che vedi in video. Volevamo qualcosa che lasciasse un impatto visivo e credo che ci siamo riusciti.

“Primavera mai” fa parte del tuo nuovo album. Dal tuo esordio discografico ad oggi, come sei cambiato?
Sono più consapevole oggi, so quello che voglio cantare e come lo voglio cantare.

Il nuovo lavoro è il primo con l’etichetta Sarò Libera fondata dall’autore Carlo Rizioli (che ha collaborato alla stesura dei brani di artisti come Eros Ramazzotti e Emma). Come è nata la collaborazione?
Carlo ha sentito la mia voce, e mi ha inviato Inventerò una frase, me ne sono innamorata e l’ho inserita nel mio ep uscito a Dicembre scorso. Da li empatia e abbiamo cominciato lavorare insieme.

Tu sei di Palermo.Cosa ne pensi della scena musicale emergente italiana, in particolare di quella siciliana?
Ci sono tanti artisti emergenti validi, a cui viene dato però poco spazio. C’è ne sono però tanti altri che non fanno che far cover e sperano di arrivare non so dove. i Tributi sono da fare una tantum.

Quanto è importante il connubio tra musica e solidarietà per un artista?
Tantissimo, un artista lavora con l’anima…. il pubblico non è stupido, se sei falso lo sente.

Cosa ci riserverà la tua musica nei prossimi mesi?
Stiamo lavorando all’album, e stiamo tirando fuori un bel pezzo per Sanremo 2018.

Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi