Home | In Cultura | I colori e i suoni della Sardegna per la “festa della bellezza”

I colori e i suoni della Sardegna per la “festa della bellezza”

Saranno 75 i gruppi folk che quest’anno parteciperanno alla 68esima edizione della Cavalcata sarda, la “festa della bellezza”, che offrirà ai sassaresi e ai numerosi visitatori attesi uno spettacolo unico nel suo genere, con oltre tremila costumi in rappresentanza di 70 comuni dell’isola. Un evento indimenticabile di colori e suoni che, in programma domenica 21 maggio a partire dalle ore 9, vedrà sfilare anche 23 gruppi a cavallo. Un percorso di quasi due chilometri in cui lo spettatore si potrà immergere tra i mille colori degli abiti della Sardegna, la musica e i balli tradizionali della nostra isola, i cavalli con i loro ornamenti e i cavalieri.

La manifestazione è stata presentata questa mattina alla presenza del sindaco di Sassari Nicola Sanna, dell’assessora alla Cultura e Turismo Raffaella Sau, di Giuliano Marongiu che presenterà le serate di sabato e domenica dedicate alla rassegna di danze e canti popolari, di Gianluca Dessì direttore artistico di Trimpanu e Peppino Pala dell’ippodromo Pinna. Per l’occasione, questa mattina è stata coinvolta anche una rappresentanza dei gruppi che parteciperanno all’evento: Inoria Bande, suonatrice di organetto e direttrice del museo etnografico Francesco Bande quindi i gruppi Città di Sassari e Thathari che sfileranno, e ancora Gurusele Sassari, il coro Amici del canto sardo, San Nicola e Sa Pintadera che si esibiranno sabato e domenica in piazza d’Italia.

«La Cavalcata sarda – ha detto il sindaco Nicola Sanna – rappresenta per la Sardegna l’apertura della stagione turistica, oltreché la stagione per la scoperta della nostra città. Abbiamo avuto un maggio iniziato sotto i buoni auspici, con un giro d’Italia, Monumenti aperti e Sassari in fiore che hanno registrato un’affluenza di grande impatto per la nostra città. Un evento che si inserisce nel lungo calendario del maggio sassarese che si chiuderà con lo scioglimento dl voto alla Madonna. Una festa della bellezza che – ha chiuso il primo cittadino – rimane immutata nel tempo ma che bene si inserisce in una realtà in continua evoluzione e che consideriamo avrà un ritorno economico per la nostra città».

«È una grande soddisfazione – ha aggiunto Raffaella Sau – essere riusciti ad affermare la nostra città con un evento fondamentale che rappresenta la Sardegna intera. Pensiamo al fatto che avremo per l’occasione le rappresentanze di tanti paesi della nostra isola e oltre 3mila figuranti. Una manifestazione che troverà risalto sulle televisioni estere e che sta facendo registrare una grande affluenza di turisti, con alberghi e b&b che registrano il tutto esaurito. E la Cavalcata – ha concluso – dimostra di essere un valore per la città, una tradizione che si ripete da 68 edizioni ma che è sempre diversa ogni anno, grazie ai gruppi sempre diversi che partecipano con grande entusiasmo».

La sfilata sarà composta da circa tremila figuranti in costume, seguiti dalle coppie a cavallo in rappresentanza di 18 comuni dell’Isola, tre carri trainati da buoi e un imponente corteo di oltre 270 cavalieri provenienti da tutta la Sardegna. A questi, in apertura di corteo, si aggiungono le 10 amazzoni in rappresentanza di altrettanti comuni e, sempre a cavallo e in alta uniforme, sia i carabinieri che gli uomini della polizia di Foresta Burgos.
La partenza è prevista alle ore 9 da corso Francesco Cossiga, fronte chiesa di San Giuseppe, quindi il corteo proseguirà per via Asproni, via Roma, piazza d’Italia, portici Bargone e Crispo, via Cagliari, via Brigata Sassari, emiciclo Garibaldi, viale Italia, per terminare in viale Mancini angolo viale Berlinguer.

Il primo pomeriggio, invece, dalle ore 16, è dedicato allo spettacolo delle pariglie durante le quali i cavalieri, all’ippodromo Pinna, si esibiranno in spettacolari acrobazie sui cavalli in corsa dando prova di bravura e abilità. Sono 7 i gruppi che sfileranno per l’occasione. La presentazione e l’intrattenimento musicale fra i vari turni di esibizione saranno curati dalla cantante folk sarda Silvia Sanna.
La manifestazione è accompagnata dalla rassegna dei canti e delle danze tradizionali della Sardegna, durante la quale i gruppi folkloristici isolani si esibiscono proponendo un vasto repertorio musicale e coreografico. La rassegna ha inizio il sabato sera alle 19 in piazza d’Italia. È qui che si svolgerà il tradizionale appuntamento con la musica e i balli isolani presentati da Giuliano Marongiu. Lo spettacolo proseguirà domenica alle ore 19, sempre nel salotto buono della città, dove i suoni delle launeddas, i canti a tenores e a fisarmonica e l’organetto chiuderanno la festa, in un’atmosfera unica e indimenticabile.

Anche quest’anno è prevista la realizzazione di una grande area mercatale, compresa tra via Manno, viale Berlinguer, i giardini fronte emiciclo Garibaldi, corso Francesco Cossiga, via Piazza D’Armi e via Deffenu. Sono 360 le richieste per il posizionamento di uno stallo pervenute agli uffici Suap del Comune: 280 sono quelle degli operatori commerciali e 80 quelle degli operatori non commerciali, delle associazioni di volontariato e culturali. In considerazione della grande richiesta, gli uffici Suap del Comune stanno valutando l’assegnazione di stalli aggiuntivi anche in via Enrico Costa e in piazza Fiume.

MOSTRE ED EVENTI. Numerose le mostre che si svolgeranno prima, durante e dopo la Cavalcata, a Palazzo di Città, nell’ex convento del Carmelo, nella Pinacoteca nazionale di Sassari, al museo Sanna e alla Fondazione di Sardegna.Tra gli appuntamenti che precedono l’evento, tornano la rassegna di musica etnica Trimpanu festival internazionale “World Music” con la dodicesima edizione in piazza Fiume e Pani di Sardegna in piazza Fiume e piazza Castello.

L’appuntamento di punta del “Maggio sassarese” si presenta quindi ricco di eventi. È, senza ombra di dubbio, assieme alla Festha Manna dei Candelieri, l’evento turistico più importante della città.

Newsletter

Guarda anche...

giornata-musei-sardegna

Il Mut per la prima giornata nazionale dei piccoli musei

Il Museo della Tonnara di Stintino partecipa, il prossimo 18 giugno, alla Prima Giornata Nazionale …

sardegna

Emilia Romagna, Sardegna e Veneto le tre regine della classifica generale sull’offerta mare

Emilia Romagna, Sardegna e Veneto sono le tre regine della classifica generale sull’offerta mare italiana. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi