Home | In Attualità | Presentato a Roma il G7 Ambiente

Presentato a Roma il G7 Ambiente

Una grande alleanza tra istituzioni, associazioni e aziende per promuovere lo sviluppo sostenibile e rendere la tutela ambientale un fattore di crescita. Si chiamerà #all4thegreen e dal 5 giugno anticiperà il G7 Ambiente, che si terrà a Bologna l’11 e il 12 giugno. Se ne è parlato oggi a Roma in un evento di lancio: oltre 70 appuntamenti previsti per preparare e accompagnare il G7 Ambiente, che il Governo italiano presiederà l’11 e il 12 giugno con l’obiettivo di far compiere alla comunità internazionale i passi in avanti sugli obiettivi ambientali, dagli impegni per il clima a quelli per contenuti nell’Agenda Onu per lo sviluppo sostenibile, dalla lotta all’inquinamento marino alla finanza verde, allo sviluppo dell’economia circolare.

All’evento di lancio a Roma, oltre al Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, hanno partecipato tra gli altri: Ermete Realacci, Presidente Commissione Ambiente della Camera; Rossella Muroni, Presidente Legambiente; Donatella Bianchi, Presidente WWF Italia.

“Il WWF si batte per far sì che il capitale naturale, base della nostra vita, sia da considerare nella valutazione della ricchezza nazionale e come elemento essenziale della programmazione economica – ha detto Donatella Bianchi – . Un’importante risultato ottenuto in primis grazie all’impegno del WWF è proprio la costituzione di un Comitato istituzionale con questi scopi: nello scorso febbraio tale Comitato ha prodotto il suo primo rapporto sullo stato del Capitale naturale italiano che è stato riconosciuto nel programma delle riforme previsto dal DEF recentemente approvato al Governo. Dare valore al capitale naturale vuol dire anche comprendere che il valore della natura è difficilmente riducibile a un valore economico. Le stime fatte fino ad oggi dagli economisti ecologici, tutte per difetto, indicano cifre importanti: il team di Robert Costanza uno dei leader dell’Ecological Economics attribuisce un valore economico a tutti i servizi ecosistemici al mondo che va dai 125.000 miliardi di dollari ai 145.000 miliardi, mentre il prodotto lordo mondiale è valutabile attorno agli 80.000 miliardi di dollari. La natura è la base del nostro benessere e del nostro sviluppo: riconoscere il reale valore del capitale naturale significa contribuire ad evitarne la distruzione, come ancora oggi sta accadendo anche in Italia”.

Newsletter

Guarda anche...

La Dame Blanche

La Dame Blanche, da Cuba al Villaggio Globale tra hip hop e cumbia

La Dame Blanche, nome d’arte di Yaité Ramos-Rodriguez, racchiude nella sua musica un mix perfetto …

picasso

Picasso. Tra Cubismo e Classicismo: 1915-1925, dal 22 settembre alle Scuderie del Quirinale

È il febbraio del 1917 e in Europa infuria la Grande Guerra. Pablo Picasso, che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi