Home | Artisti | Chris Cornell. L’autopsia rivela che a causare il decesso è stata l’impiccagione

Chris Cornell. L’autopsia rivela che a causare il decesso è stata l’impiccagione

Chris Cornell trovato impiccato nella sua stanza dell’MGM Grand Casino Hotel a Detroit il 18 maggio scorso, poche ore dopo il suo ultimo concerto con i Soundgarden, aveva preso sedativi e un farmaco ansiolitico la notte in cui si è suicidato, ma non sono state le droghe a causare la sua morte. Lo affermano gli esiti dell’esame tossicologico effettuato sul corpo del cantante. Dall’autopsia fatta dai periti, e rilasciata venerdì, infatti è arrivata la conferma che a causare il decesso è stata l’impiccagione nel bagno.

Nel corpo di Chris Cornell sono stati trovati barbiturici, caffeina e lorazepam, farmaco anche conosciuto come Ativan e utilizzato per trovare sollievo dall’ansia. “Questi farmaci però non hanno contribuito alla causa della morte”, ha detto il dottor Théodore Brown, assistente di medicina legale di Wayne County.

Newsletter

Chris Cornell
Chris Cornell
Chris Cornell
Chris Cornell
Chris Cornell
Chris Cornell
Chris Cornell
Chris Cornell

Guarda anche...

chris-cornell

Chris Cornell: la moglie racconta la telefonata prima del suicidio del marito

Chris Cornell si è suicidato all’età di 52 anni, impiccandosi a Detroit dopo un concerto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi