Home | Radio Date | Lo Stato Sociale: da venerdì in radio il nuovo singolo “Niente di Speciale”

Lo Stato Sociale: da venerdì in radio il nuovo singolo “Niente di Speciale”

Niente di speciale è una nota vocale mai spedita. È una canzone che non doveva esistere e non dovevo cantare. È una fuga di notizie del cuore, è un errore di programmazione, è un incidente di percorso. È un cassetto di lettere chiuso con un elastico ed esploso all’improvviso. È un all in senza il coraggio di sedersi al tavolo da poker, è una promessa d’amore eterno chiusa in un ascensore, è una storia di amanti illegali, immorali ma soprattutto indecisi. È un nodo alla gola che diventa un singhiozzo nella sala d’attesa di uno studio legale per miliardari. Niente di speciale avrebbe dovuto continuare ad essere un problema mio, invece di farsi cantare da diecimila persone in un palasport. E lì ho capito che era ormai tardi, che avrebbe fatto un lungo giro per tornare qui senza il peso della sconfitta, con la leggerezza della musica.

Lodo Guenzi – Lo Stato Sociale

“Amore, lavoro e altri miti da sfatare”, il nuovo album de Lo Stato Sociale, “la band di cinque ragazzi bolognesi che fanno canzonette”, come si definiscono ironicamente Albi, Bebo, Lodo, Carota e Checco. L’album arriva a due anni di distanza dal loro ultimo successo con “L’Italia peggiore”.

È un disco che viene dopo quasi un anno di lavoro e raccoglie i sentimenti e le parole di quello che il gruppo ha vissuto negli ultimi due anni. Nell’album sono ancora più presenti le voci dei cinque membri della band, con una o più canzoni da protagonisti, e le molte influenze musicali sono sintetizzate nel classico caleidoscopio di generi; dal rock alla dance passando per il pop, che popolano da sempre i dischi de Lo Stato Sociale.

Nel nuovo disco c’è la voglia di dedicare più spazio agli aspetti strettamente musicali. Il titolo racconta i contenuti attraverso due concetti tanto abusati

quanto comuni, la perdita di significato di amore e lavoro, che li rende due miti del contemporaneo, sottolineando con ironia la volontà di riappropriarsene.

“Il disco parla di noi e di quello che ci succede attorno” – racconta la band – “Da quel che accade in un mondo messo alla prova da derive autoritarie e che poco si adattano al bisogno di umanità, all’interpretazione dell’intimità e delle relazioni, che sono specchio e sintesi dei nostri pensieri.”

Newsletter

Guarda anche...

lo-stato-sociale

Lo Stato Sociale in concerto a Milano: il 10 settembre al Carroponte

Dopo lo straordinario successo del concerto lo scorso 22 aprile al Mediolanum Forum di Assago …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi