Home | In News | Maltempo. Balneari Liguria: vietare l’accesso al mare in caso di pericolo

Maltempo. Balneari Liguria: vietare l’accesso al mare in caso di pericolo

È facile sottovalutare il pericolo, quando il mare è così agitato andrebbe predisposta una sorta di chiusura come accade sulle piste da sci quando sono troppo pericolose per ghiaccio o rischio valanghe e vengono chiuse. Servirebbe una soluzione simile anche per il mare, è pericoloso per chi fa il bagno e per chi deve effettuare salvataggi.

“Bisogna dissuadere dal compiere il gesto non intervenire a posteriori”. Lo ha detto Enrico Schiappapietra presidente savonese e regionale del SIB, Sindacato Italiano Balneari aderente a Confcommercio, sulle mareggiate che nei giorni scorsi hanno imperversato sulle coste della Liguria. Un turista torinese ha perso la vita a Savona dopo essersi tuffato in mare nonostante le condizioni di burrasca e sono state diverse le segnalazioni di bagnanti in difficoltà in tutta la regione nonostante le bandiere rosse degli stabilimenti e l’invito da parte degli addetti alla sicurezza sulle spiagge a non avventurarsi in acqua con le condizioni marine di queste ore.

“Si può prevenire mettendo i bagnini sulla spiagge libere e, come estrema ratio, pensando ad introdurre una bandiera che segnali il divieto ad entrare in acqua – sottolinea Schiappapietra – Se ne sta discutendo a livello regionale e nazionale con le capitanerie di porto che ne hanno la competenza e potrebbe essere una soluzione utile. Noi diamo una segnalazione con bandiera rossa per situazioni di mare pericoloso ma non c’è segnalazione per eventuali divieti di accesso alla balneazione ed è sempre più necessario studiare un sistema”. “Mi preme segnalare il fatto che dal punto di vista sociale su certe spiagge libere molto frequentate servirebbe uno sforzo per mettere un bagnino – continua Schiappapietra – alcuni comuni lo stanno facendo, altri magari hanno più difficoltà ma come categoria siamo disposti a compartecipare, perché la sicurezza per chi frequenta le spiagge della Liguria è anche una nostra priorità”.

Al momento risultano limitati i danni dovuti alle condizioni del mare per quanto riguarda le strutture balneari liguri. “Sicuramente si tratta di una mareggiata importante e insolita per la stagione – conclude Schiappapietra – ha funzionato bene il sistema di comunicazione, ci era stata segnalata per tempo e siamo riusciti a mettere in sicurezza le attrezzature. Questo ha consentito di non avere danni particolari. L’unica segnalazione riguarda il fenomeno dell’erosione piuttosto importante, in particolare nel finalese, nella zona di Noli e in parte a Varazze. Attendiamo il termine degli eventi per vedere come sarà la situazione dopo. Sulla zona di Alassio abbiamo avuto un po’ di spiaggiamento di materiali legnosi e gli operatori stanno provvedendo ad eliminarlo dalle spiagge”. (fonte SIB)

Newsletter

Guarda anche...

mare

Un’ottima estate, ma i Bagni Marini sottolineano: “Penalizzati dall’IVA”

Fiscalmente gli stabilimenti non sono allineati ad altre forme di strutture ricettive, che invece pagano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi