Home | Firenze | Ara Malikian live all’Obihall di Firenze

Ara Malikian live all’Obihall di Firenze

Parte martedì 21 novembre dall’Obihall di Firenze il tour italiano di Ara Malikian, prodigio armeno-libanese del violino, divo dei territori ispanici di tutto il mondo, con il suo impetuoso sound sospeso tra virtuosismo classico e tutta la cultura etno-rock che scorre nelle sue vene.

I biglietti per la data fiorentina – da 25 a 35 euro, posti numerati – sono disponibili da oggi nei punti Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita e online su www.boxol.it tel. 055 210804 e www.ticketone.it tel. 892 101 (info tel. 055.667566 – 055.6504112 – www.bitconcerti.it – www.obihall.it – #ARAFI17).

Già protagonista dell’ultimo Concerto del Primo Maggio a Roma e di selezionate apparizioni televisive, Ara Malikian è tra le novità più coinvolgenti e interessanti del panorama europeo.

Con il suo nutrito ensemble di archi, unito a spunti della formazione tradizionale rock, il repertorio di Malikian travolge gli spettatori in una danza irresistibile in cui ogni ritmo folk, dalla tradizione medio-orientale al gipsy, dal flamenco al latino americano soprattutto in chiave cubana, fino alle più sofisticate citazioni classico-barocche e alle incursioni nel rock evergreen, si fonde in un sabba magico, avvolgente e trascinante.

Impossibile resistere alla tentazione della danza, alla malinconia e al romanticismo in un crescendo emotivo controllato dal virtuosismo assoluto del suo primo interprete, il carismatico, extravagante, eclettico, apolide per destino e vocazione, cosmopolita, onnivoro Ara Malikian.

Definire il concerto e l’album “The Incredible Story of Violin” pubblicato di recente in Italia, è davvero difficile, data l’infinita quantità di spunti, citazioni, echi che punteggiano il tessuto musicale.

A fare da comune denominatore è la potenza emotiva che trascina l’ascoltatore, portandolo dalla danza alla contemplazione, quindi di nuovo al ballo più sfrenato senza alcuna forzatura, in un flusso continuo che sembra sempre improvvisato anche se costruito da una delle menti musicale più sofisticate del nostro tempo. Forse l’unica vera incarnazione del concetto di ‘musica popolare’ in circolazione in Europa.

Formazione: Ara Malikian, violino; Jorge Guillén del Castillo, violino; Humberto Armas, viola; Cristina López, violoncello; Tania Bernaez, contrabbasso; Tony Carmona, chitarra; Hector Osorio, percussioni; Nantha Kumar, percussioni (taulas índiana)

La Increible Gira de Violin – Italian Tour Novembre 2017: 21 Novembre Firenze Obihall; 22 Novembre Bologna Teatro Duse; 23 Novembre Torino Teatro Colosseo; 25 Novembre Sorrento Teatro Armida; 26 Novembre Roma PDM Sala Sinopoli; 27 Novembre Milano Teatro dal Verme.

Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi