Home | In Cultura | La Fondazione ENAIRE espone in Italia “Inmensa luz” per la prima volta a Roma
INMENSA-luz

La Fondazione ENAIRE espone in Italia “Inmensa luz” per la prima volta a Roma

La FUNDACIÓN ENAIRE espone anche in Italia una selezione di fotografie della collezione omonima presso l’Instituto Cervantes di Roma, all’interno della programmazione internazionale di PHotoEspaña.

Da venerdì 8 settembre fino al 28 ottobre 2017, alla Sala Dalí dell’Instituto Cervantes (piazza Navona, 91 – Roma, tel. 06.686 1871) si potrà visitare gratuitamente la mostra fotografica “Inmensa luz”. La collettiva comprende 33 fotografie di artisti affermati e fotografi emergenti, inclusi nella Collezione ENAIRE grazie al Premio annuale di Fotografia della Fondazione. Tra gli autori degli scatti, Chema Madoz, Daniel Canogar, García Alix, Irene Cruz, Maider López, José Manuel Ballester, Lola Guerrera, Victoria Diehl, Amalé/Bondía, Raul Urbina e Rosell Meseguer. La raccolta include fotografi di diverse generazioni e formazione, che presentano scatti che vanno dalla fine degli anni ‘80 fino ai nostri giorni.

È la prima volta che queste opere della Colección ENAIRE vengono esposte al di fuori del territorio spagnolo. Dopo la tappa romana, “Inmensa luz” sarà visitabile presso la sede dell’Istituto Cervantes di Milano, da novembre fino a gennaio 2018.

La mostra verrà inaugurata dal segretario di Stato delle Infrastrutture, Trasporti ed Edilizia, nonché presidente di ENAIRE, Julio Gómez-Pomar e dall’ambasciatore di Spagna in Italia, Jesus M. Gracia Aldaz. Al vernissage, in programma l’8 settembre alle ore 19 parteciperanno anche, la direttrice di FotoEspaña, Claude Bussac, il direttore generale di Enaire, Beatriz Montero de Espinosa, la curatrice della Collezione ENAIRE, Ángeles Imaña, il direttore del Dipartimento di cultura dell’Instituto Cervantes, Martín López-Vega, il direttore dell’Instituto Cervantes di Roma, Sergio Rodríguez López-Ros e alcuni fotografi autori delle opere.

Il tema delle fotografie racconta i sentimenti e le aspirazioni di autori che utilizzano questa disciplina come mezzo di espressione artistica; sentimenti e aspirazioni accomunati dalla luce mediterranea, che l’Italia e la Spagna condividono. Con il titolo “Inmensa luz”, la curatrice Ángeles Imaña ha selezionato gli scatti i cui contenuti mostrano una panoramica ampia dell’arte spagnola più recente. Le opere presenti a Roma sono incluse nella programmazione ufficiale di PHotoEspaña 2017, festival internazionale di fotografia e arti visive, che quest’anno celebra la sua ventesima edizione: una vera e propria piattaforma indispensabile per i creativi e i loro progetti.

“Inmesa luz” resterà esposta a Roma fino al 28 ottobre presso la Sala Dalí dell’Instituto Cervantes, in piazza Navona, aperta dal mercoledì al sabato dalle ore 16 alle 20.

Newsletter

Guarda anche...

Mario-Zamma

Sbussolati con Mario Zamma, dal 12 ottobre al Teatro degli Audaci di Roma

Dal 12 al 22 ottobre al Teatro degli Audaci di Roma, la Good Mood di …

galileo

In mostra a Padova un Galileo mai visto

Dopo Galileo nulla fu come prima. E non solo nella ricerca astronomica e nelle scienze, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi