Home | In Eventi | Grande successo per le 3 serate di “Alda Merini – Il Concerto” con Giovanni Nuti e Monica Guerritore

Grande successo per le 3 serate di “Alda Merini – Il Concerto” con Giovanni Nuti e Monica Guerritore

Foto di Sebastiano Maffettone

Grande successo per le tre serate di ALDA MERINI – “IL CONCERTO” con GIOVANNI NUTI, MONICA GUERRITORE e molti ospiti, andato in scena al Teatro dal Verme di Milano, al Teatro Sistina di Roma e al Teatro Duse di Bologna!

In merito al grande successo dei tre concerti-evento Giovanni Nuti dichiara: “Questi tre concerti di Milano, Roma e Bologna sono stati un’esperienza bellissima. Ho avuto al mio fianco, come nello spettacolo ‘Mentre rubavo la vita’, una compagna straordinaria, Monica Guerritore, che ha incarnato la follia, la sensualità, l’energia e la libertà di Alda Merini; tutti i miei bravissimi musicisti, ma ho avuto anche il supporto di molti artisti ospiti che mi hanno testimoniato con la loro vicinanza e la loro arte quanto abbiano condiviso il progetto di ‘Accarezzami musica’. Fabio Armiliato, Lucia Bosè, Fabio Concato, Marco Ferradini, Grazia Di Michele, Enzo Gragnaniello, Iskra Menarini, Andrea Mirò & Dario Gay, Rita Pavone, Daniela Poggi, i Piccoli Cantori di Milano, è stato meraviglioso duettare con loro. E come dimenticare due ospiti speciali come Carla Fracci a Milano e Roberto Vecchioni a Bologna? E i momenti molto toccanti degli omaggi che abbiamo reso a Daniela Dessì e a Mariangela Melato? Ringrazio tutti dal profondo del cuore, come ringrazio tutti gli artisti che, per vari motivi non hanno potuto essere presenti nei concerti, ma nondimeno sono stati ospiti di ‘Accarezzami musica’. Mi porterò a lungo dentro le sensazioni di queste serate. E poi vedere il Dal Verme, il Sistina e il Teatro Duse gremiti e sentire l’emozione e il sostegno del pubblico anche per i nuovi brani inediti mi hanno confermato non solo che Alda è molto amata ma che è stato capito e apprezzato il nostro ‘matrimonio artistico’, la volontà di Alda e mia di portare la sua poesia oltre i confini della pagina scritta, della letteratura, della fruizione solitaria della lettura. La poesia può diventare musica, essere cantata, essere scritta sui muri”.

I tre concerti hanno avuto finalità benefica: la serata di Milano era a favore dei CITY ANGELS: Onlus nata a Milano nel 1994 per volontà di Mario Furlan che ha lo scopo di assistere gli emarginati, senzatetto, immigrati, tossicodipendenti, anziani e tutelare i cittadini vittime della delinquenza occupandosi di prevenzione, contrasto della criminalità da strada in collaborazione con le forze dell’ordine. Ad oggi si contano diciassette sedi sul territorio italiano, una in Svizzera ed hanno ricevuto negli anni diversi riconoscimenti. Maggiori informazioni: www.cityangels.it

Le serate di Bologna e Roma, invece, sono state a favore del CONSIGLIO ITALIANO PER I RIFUGIATI: un’organizzazione umanitaria indipendente costituitasi nel 1990 in Italia, su iniziativa delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di difendere i diritti dei rifugiati e dei richiedenti asilo. Lavora per favorire l’accesso alla protezione delle persone che fuggono da guerre e persecuzioni e per contribuire a costruire condizioni di accoglienza e integrazione dignitose, nel pieno rispetto dei diritti umani. Il CIR è una onlus, dotata di personalità giuridica, ed ha una struttura leggera di operatori legali, sociali, mediatori culturali, medici e psicologi. Opera a livello nazionale ed europeo nonché in Nord Africa, in maniera coordinata con altre organizzazioni della società civile. Il CIR non ha uno specifico finanziamento statale ma opera sulla base di progetti approvati e finanziati dall’ONU, dall’Unione europea, dal Governo italiano, da Regioni, Comuni e Fondazioni private. Maggiori informazioni: www.cir-onlus.org

Da VENERDÌ 20 OTTOBRE è disponibile in tutti i negozi di dischi e nelle librerie il cofanetto ACCAREZZAMI MUSICA – IL “CANZONIERE” DI ALDA MERINI (targato Nar International/Sagapò/distribuzione Artist First) con tutta la produzione in musica della poetessa milanese, frutto dell’esclusiva collaborazione, durata 16 anni, con il musicista e interprete GIOVANNI NUTI. Un’edizione speciale con 6 CD, 1 DVD, 114 canzoni di cui13 inedite, 21 brani con la voce recitante di Alda Merini, duetti di Giovanni Nuti con 29 artisti ospiti. I due CD inediti, “Il muro degli angeli”, sono disponibili anche on line, sugli stores digitali.
Il progetto è stato realizzato con il sostegno della Fondazione Gianmaria Buccellati, grande orafo milanese e mecenate.

ALDA MERINI, una delle maggiori poetesse italiane, è nata il 21 marzo 1931 a Milano. Dopo aver vissuto quasi tutta la sua esistenza in una casa sui Navigli, è morta il giorno di Ognissanti del 2009 all’ospedale San Paolo di Milano. Già apprezzata in gioventù da Pasolini e Quasimodo (esordì giovanissima, a sedici anni), dopo anni di oblio conseguenti al suo internamento in manicomio, seppe trasformare il suo drammatico vissuto in versi limpidi e visionari che le valsero numerosi riconoscimenti, tra cui, nel 1993, il Librex-Guggenheim Eugenio Montale per la poesia, nel 1996 il Viareggio, nel 1997 il Procida-Elsa Morante e nel 1999 il premio della Presidenza del Consiglio dei Ministri settore poesia. Nel 1996 e nel 2001 fu candidata, rispettivamente dall’Académie Française e dal Pen club italiano, al Nobel per la letteratura.

Tra le sue opere poetiche La presenza di Orfeo (1953), Paura di Dio e Nozze romane (1955), Tu sei Pietro (1961), La Terra Santa (1984), Vuoto d’amore (1991), Ballate non pagate (1995), Corpo d’amore. Un incontro con Gesù (2001), Magnificat. Un incontro con Maria (2002), La carne degli angeli (2003), Poema della croce e Clinica dell’abbandono (2004), Le briglie d’oro (2005), Cantico dei Vangeli (2006), Padre mio (2009), Il carnevale della croce e Il suono dell’ombra (2010). Alda Merini si è dedicata anche alla prosa: L’altra verità. Diario di una diversa (1986), La pazza della porta accanto (1995).

GIOVANNI NUTI è un musicista e cantante toscano, di Viareggio, ma milanese di adozione. Ha all’attivo 9 album e ha collaborato con Enrico Ruggeri, Roberto Vecchioni, Lucio Dalla, Mango, Enzo Avitabile, Milva, Dario Gay, Marco Ferradini e Simone Cristicchi. Nel 1993 incontra Alda Merini e dalla loro collaborazione durata 16 anni – che Merini definiva «matrimonio artistico» – sono nati numerosi spettacoli che li vedono protagonisti insieme sul palcoscenico e quattro CD: Milva canta Merini (2004) per il quale Giovanni Nuti compone tutte le musiche; Poema della croce (2005); Rasoi di seta (2007); Una piccola ape furibonda (2010). Nel 2012 esce Una pequeña abeja enfurecida: Giovanni Nuti canta Alda Merini in spagnolo con la partecipazione straordinaria di Lucia Bosé che ha curato le versioni in castigliano di tutte le poesie-canzoni. Ad agosto 2013 Giovanni Nuti musica il mantra hawaiano del perdono HO’OPONOPONO e pubblica la registrazione in 10 lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, tedesco, russo, greco, cinese, giapponese. A dicembre 2014 viene pubblicata la composizione di Giovanni Nuti, Cantico delle creature, suite di 11 brani per pianoforte eseguiti dalla pianista Elena Papeschi (Sagapò in coedizione con Casa Musicale Sonzogno), ispirata dalle laudi di San Francesco – da fratello Sole a sora nostra Morte corporale – e dedicata “a Papa Francesco promessa e speranza di una Chiesa povera e cristiana”. Ad aprile 2016 Sony Music ripubblica in versione digitale il primo album Al parco dei silenzi con l’aggiunta del brano inedito “Nero” (testo di Maurizio Piccoli). Attualmente Giovanni Nuti è impegnato nello spettacolo Mentre rubavo la vita. Al suo fianco, ad interpretare il “canzoniere” meriniano, Monica Guerritore, nella veste inedita di cantante: www.mentrerubavolavita.it

MONICA GUERRITORE nata a Roma da genitori di origini napoletane e calabresi, esordisce nel 1974, a soli sedici anni, sotto la regia di Giorgio Strehler che la sceglie per interpretare Ania ne Il giardino dei ciliegi. Dal teatro approda ben presto al cinema, dove si distingue per alcune scelte molto coraggiose, e successivamente alla fiction televisiva. Ma è nel teatro che Monica Guerritore trova la sua via, anche come interprete-regista, drammaturga di spettacoli di grandissimo successo comeGiovanna d’Arco, Dall’Inferno all’Infinito, Mi chiedete di parlare su Oriana Fallaci, il musical End of the Rainbow di Peter Quilter in cui interpretava la grande Judy Garland, Qualcosa rimane e Mariti e mogli dalla sceneggiatura di Woody Allen di cui cura anche la regia. Nel 2010 è uscita la sua autobiografia La forza del cuore. Presidente della Giuria dei Letterati del Premio Campiello è stata insignita nel 2011 da Giorgio Napolitano dell’onorificenza di Commendatore della Repubblica per meriti artistici e culturali.

Newsletter

Guarda anche...

Alda Merini

Al Teatro Sistina di Roma una serata evento in ricordo di Alda Merini

Uno spettacolo in onore della grande poetessa nell’ottavo anno dalla sua scomparsa (1° novembre 2009). …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi