Home | InfoMare | S.I.B. Liguria. Assemblea straordinaria regionale dei concessionari

S.I.B. Liguria. Assemblea straordinaria regionale dei concessionari

Lunedì scorso si è svolta, presso la sede ASCOM-CONFCOMMERCIO Genova, l’Assemblea regionale straordinaria dei concessionari S.I.B. Liguria, che ha visto la partecipazione di oltre 50 stabilimenti balneari provenienti da tutta la regione.

All’ordine del giorno aggiornamenti sulla normativa relativa alle concessioni demaniali ad uso turistico-ricreativo, con particolare riferimento alle due leggi regionali recentemente approvate e già pubblicate sul B.U.R. della Regione Liguria.

Dopo le introduzioni di Massimo Stasio, Presidente S.I.B. della Provincia di Genova e di Gianni Bazzurro, Vice-Presidente S.I.B. della provincia di Genova e Presidente del Gruppo Concessionari S.I.B. Genova, la parola è stata ceduta al Presidente Regionale S.I.B.-CONFCOMMERCIO Liguria Enrico Schiappapietra che, dopo aver fornito all’Assemblea il quadro generale dell’attuale situazione normativa, è entrato nel merito delle due leggi regionali n. 25 del 10 novembre 2017 “Qualificazione e tutela dell’impresa balneare” e n. 26 del 10 novembre 2017 “Disciplina delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico ricreative”.

La legge regionale n. 25/2017, ha come finalità quella di rafforzare le peculiarità caratteristiche dell’economia regionale portandole a livelli di crescita ed eccellenza, tutelando e qualificando l’impresa balneare ligure in considerazione delle specifiche caratteristiche delle aree demaniali a uso turistico ricreativo della Liguria, connotate da litorali di ridotte dimensioni aperti a forti mareggiate, e dell’importanza del ruolo delle attività balneari nella vita e nell’ economia delle località costiere, nonché del vero e proprio modello tipico di insediamento balneare ligure, con le sue funzioni organizzative.

La legge regionale n. 26/2017 disciplina il rilascio delle concessioni demaniali marittime per finalità turistico ricreative al fine di favorire le attività imprenditoriali e il turismo costiero nel rispetto dei principi della gestione integrata della fascia costiera, della tutela della concorrenza e della libertà di stabilimento e in conformità con la normativa statale vigente. Inoltre, al fine di tutelare l’organizzazione sociale delle aree costiere, garantire la continuità aziendale delle attività che operano sulla base di un titolo concessorio attualmente vigente, assicurare la tutela del legittimo affidamento dei titolari di concessioni demaniali attualmente operanti in forza dei rapporti già instaurati e pendenti, oltre a mantenere il livello attuale di presidio delle aree demaniali marittime nelle more dell’entrata in vigore della nuova disciplina, sono previste adeguate garanzie per la conservazione del diritto alla continuità delle concessioni in atto. (fonte S.I.B. – Sindacato Italiano Balneari)

Newsletter

Guarda anche...

Marco Scajola

Balneari: trasformare in nazionali le due leggi regionali liguri a tutela della categoria

Chiediamo al Governo di rinunciare all’impugnativa davanti alla Corte Costituzionale e trasformare in nazionali le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi