Home | Firenze | Peter Cincotti in concerto al Teatro Puccini di Firenze

Peter Cincotti in concerto al Teatro Puccini di Firenze

“Molte canzoni di questo disco sono state ispirate specificamente dall’Italia: ‘Roman Skies’ l’ho scritta seduto in un taxi per le strade di Roma; ‘Palermo’ mi è venuta in un sogno. Quindi, consapevolmente o inconsapevolmente, tra tutto il mio viaggiare nel mondo, le mie esperienze in Italia hanno particolarmente segnato questo album in un modo che nessun altro Paese ha fatto”.

Parole (e musica) di Peter Cincotti, in concerto martedì 12 dicembre al Teatro Puccini di Firenze – ore 21, biglietti 25/35 euro, prevendite nei punti Box Office Toscana http://www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804 e online su www.boxol.it e www.ticketone.it – a pochi mesi dall’uscita del nuovo album “Long Way From Home”.

12 tracce scritte, arrangiate e prodotte dallo stesso pianista e cantautore, 12 perle in cui pop, rock, blues e jazz si fondono con naturalezza nel suo stile unico e inconfondibile.

Nato nel 1983 a New York da una famiglia italo-americana, Peter Cincotti accenna spesso alle proprie origini. Oltre che dai viaggi italiani, i nuovi brani nascono dai suoi ricordi d’infanzia, dando forma a quello che lui stesso ha definito “il disco più intimo e personale”, con un pianoforte ritmico a marcare trame che strizzano l’occhio, e soprattutto l’orecchio, al pop.

“Mai prima avevo usato il piano in questo modo. Due anni fa ho iniziato ad avere delle idee per un album che portasse un pianoforte più attivo, più ritmico, nel paesaggio della musica moderna”.

Non manca una chiave onirica: “Ogni volta che andavo a dormire, una nuova canzone mi appariva in ogni sogno. Così mi svegliavo e scrivevo. Diverse tracce di questo album sono state scritte in questo modo. Sono arrivato ad un punto in cui non mi sembrava di comporre, ma di scrivere quello che percepivo essere già lì”.

Se provaste a mischiare Billy Joel, Oscar Peterson e One Republic, il risultato sarebbe qualcosa di molto vicino a questo lavoro.

Sul palco del Teatro Puccini di Firenze il pianista e songwriter newyorkese sarà affiancato dal basso e le tastiere di Lex Sadler e da Joe Nero alla batteria.

Cincotti ha passato gran parte della sua adolescenza andando a scuola di giorno e suonando nei club di notte. Il leggendario produttore Phil Ramone era là una di quelle notti, e questa circostanza ha portato Ramone a produrre l’album di debutto di Cincotti che ha raggiunto la prima posizione nella classifica jazz Billboard. Da allora, Peter si è esibito sui palchi più prestigiosi del globo, dalla Carnegie Hall a L’Olympia di Parigi, e ha collaborato con artisti di ogni genere e provenienza, da Andrea Bocelli a David Guetta.

Newsletter

Guarda anche...

Peter-Cincotti

Blue Note Milano. La programmazione del mese di dicembre

Per l’ultimo mese dell’anno, dicembre, il BLUE NOTE MILANO, unica sede europea dello storico jazz …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi