Home | In Eventi | La poesia urbana di Artù infiamma Roma dal palco de L’Asino che Vola

La poesia urbana di Artù infiamma Roma dal palco de L’Asino che Vola

Il palco de “L’Asino che Vola”, live club romano votato da sempre alla promozione della musica di qualità, si conferma ancora una volta la cornice ideale per ospitare e valorizzare al meglio il fior fiore del cantautorato italiano.

Il 23 febbraio, infatti, L’Asino ospiterà uno dei protagonisti della scena attuale, il poeta del rock di Roma Artù, al secolo Alessio Dari, il quale tornerà tra le pareti accoglienti del locale per presentare le sue canzoni e coinvolgere il pubblico in un viaggio intenso e struggente dentro il suo immaginario artistico, ancorato all’anima più profonda della città, ma proiettato verso un senso universale, comunicando una molteplicità incredibile di significati, in grado di colpire nel segno ciascuno secondo la propria sensibilità. Durante la serata, concepita come una vera e propria festa, il cantautore presenterà tra l’altro il brano ‘Ma lo sai cosa c’è’, con cui ha partecipato alle selezioni per Sanremo Giovani 2018, raccontando aneddoti legati al nuovo disco in lavorazione.

Le parole e le note di Artù si muovono tra i vicoli del centro, passando per il Lungotevere e raggiungendo le periferie, dopo aver attraversato il caldo, le zanzare, la puzza di vino: i luoghi della capitale diventano un pretesto artistico per intraprendere un viaggio dell’anima che invita l’ascoltatore a non restare indifferente, ma a prendervi parte, per condividere le emozioni e riconoscere la propria storia in mezzo a quelle di tutti i personaggi portati sulla scena dal cantautore.

La canzone “Roma d’estate” è il brano emblematico dell’intera poetica di Artù, che paragona Roma a una ragazza di strada desiderata da tutti e molto spesso oltraggiata: l’autore dialoga anche attraverso le note che scaturiscono dalla sua chitarra con i topos più rappresentativi delle sue radici e della sua personalità, ma il suo discorso è tutt’altro che autoreferenziale, è un grido ininterrotto di libertà che parte dagli ultimi, dai dimenticati, per parlare a tutti, per non lasciare nessuno indifferente. La comunione di intenti tra un cantautore ispirato e profondo come Artù e un luogo come L’Asino che Vola, che propone una programmazione che risponde ad un ideale artistico e creativo e non solo a logiche di mercato, era inevitabile. Il misto di rabbia, dolcezza, ironia e speranza che emerge dai testi dell’artista è il succo più autentico, la sintesi più precisa e significativa di un’attitudine che la direzione artistica del locale, coordinata da Igor La Fontana e condivisa dal fratello e socio Piero, vuole rendere ben riconoscibile in ogni scelta proposta al pubblico. Il venerdì de L’Asino che Vola è ormai un appuntamento riconosciuto e atteso in tutta la capitale per incontrare il meglio del cantautorato italiano e il 23 febbraio il sound genuino e mai artificioso di Artù regalerà un altro momento da incorniciare tra le serate indimenticabili del club. Finalista di Musicultura e con all’attivo esibizioni al Coca-Cola Summer Festival, al Concerto del Primo Maggio e al fianco di grandi colleghi, da Brunori Sas a Niccolò Fabi e Alessandro Mannarino, Artù è un personaggio atipico nel panorama musicale, un uomo libero che non vuole auto esiliarsi dalla società, ma prendersi il suo posto nel mondo e dire la sua con una propria lingua originale, alle sue condizioni, con la sua musica, perché “Tutto passa”, come recita il titolo del suo ultimo disco, ma la voglia di esserci, di lasciare un segno e di toccare gli altri per condividere l’immensa avventura della vita resta sempre il nocciolo segreto che muove l’ispirazione di un vero artista. E tutto questo è anche il motore che spinge a credere che le cose belle accadono, che c’è spazio in mezzo all’inferno per la qualità e che, perché no, anche gli asini possono volare.

Info e Prenotazioni 
L’Asino è aperto tutti i giorni (escluso il lunedì)
dalle 18.30 alle 20 con L’Aperitivo e Le Degustazioni in Cantina
dalle 20 alle 23 con La nostra Cucina della Nonna
dalle 23 in poi con Stuzzicheria e Cocktail bar
ad accompagnare ogni sera un live diverso.

Consigliata la prenotazione:
06/7851563 – 338/2751028 (anche whatsapp)
info.lasinochevola@gmail.com

Newsletter

Guarda anche...

Sergio Cammariere

Sergio Cammariere in concerto a Roma: 14 dicembre Auditorium Parco della Musica

Dopo un’estate ricca di appuntamenti live da nord a sud, con tanti spettacoli in quintetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi