Home | Interviste | Intervista alla compositrice Beatrice Chimenti

Intervista alla compositrice Beatrice Chimenti

Beatrice Chimenti ha iniziato a dedicarsi alla composizione e all’arrangiamento di canzoni da solista, d’impronta pop. Il suo primo brano “In My Mind”, composto nella sua stanza nel maggio del 2015 ora fa parte della colonna sonora della nuova fiction di Canale 5 diretta da Rolando Ravello Immaturi – La serie, ispirata all’omonimo film di successo di Paolo Genovese. Ecco cosa ci ha raccontato Beatrice riguardo a questa esperienza.

Ciao Beatrice e benvenuta sulle pagine di Radio Web Italia. Quando è iniziato il tuo percorso musicale?
Ho iniziato a prendere lezioni di pianoforte private all’età di 7 anni. A 11 sono entrata a far parte di una scuola di musica dove lavoro tutt’ora e in cui ho affiancato lo studio della batteria e del canto.

Come componi una musica?
I primi accordi e melodie vocali le abbozzo quasi sempre al pianoforte. Una volta delineata la linea principalmente del brano, mi dedico al suo arrangiamento e aggiustamento sul computer, utilizzando un MIDI.

Ascolti tutta la musica possibile senza alcun vincolo di genere?
Mi ritengo molto aperta all’ascolto di vari generi musicali, ma sicuramente non li conosco e apprezzo tutti allo stesso modo. Ciò che mi rispecchia di più sono indubbiamente il pop, elettropop, alternative rock, folk, indie, soul, R&B.

“In My Mind” fa parte della colonna sonora della nuova fiction di Canale 5 diretta da Rolando Ravello “Immaturi – La serie”, ispirata all’omonimo film di successo di Paolo Genovese. Come è nato questo brano?
Il brano non è originariamente nato con l’intenzione di poterlo utilizzare, come poi è stato, come colonna sonora. L’ho composto per puro divertimento e per sperimentare per la prima volta le mie capacità di composizione; il fatto che sia stato ritenuto poi adatto per un format televisivo è una cosa che mi ha gasata ed eccitata tantissimo!

Due aggettivi per descrivere “In My Mind”.
Sincera, Dinamica.

Raccontaci uno dei ricordi più belli legati a questa esperienza.
Uno dei ricordi sicuramente più belli è quando sono andata a registrare il brano nello studio di registrazione del produttore Maurizio Filardo. E’ stata veramente un’esperienza unica, che non avevo mai provato prima. Ero molto emozionata e, a dire il vero, pure un pochino raffreddata, motivo per il quale ero ancora più agitata del normale. Alla fine però e andata benissimo; ripeterei quell’esperienza altre 100 volte.

Ci racconti qualche aneddoto sul tuo lavoro di compositrice?
Non c’è molto da dire. Io amo comporre quando sono sola, riesco a dare il meglio di me. Non appena sento di poter avere una qualche ispirazione fermo tutto quello che sto facendo e inizio a suonare/arrangiare, anche per ore. Dovunque vada porto sempre con me la mia attrezzatura, anche in vacanza, per stare sempre “sul pezzo”.

Con quale altro regista ti piacerebbe collaborare, e perchè?
Mi piacerebbe poter collaborare con Guaglianone, Garrone, Virzì, per non parlare di Sorrentino… e chi più ne ha più ne metta… ma sicuramente “Perfetti Sconosciuti” rimane il mio preferito. Poter lavorare nuovamente con Paolo Genovese sarebbe fantastico!

Qual è la tua colonna sonora preferita?
E’ dura da stabilire. Senza parlare di Hans Zimmer, citerei Craig Armstrong in “Love Actually”. Colonna sonora fresca, divertente, emozionante ed attuale.

Che cosa è per te la musica?
E’ il mezzo più bello che esista al mondo per esprimersi, esprimere le proprie emozioni, opinioni, sensazioni. E’ il passatempo più formativo e piacevole da poter fare anche semplicemente nella propria casa. E’ un momento di insieme, che unisce le persone, che fa ballare, commuovere, sorridere, divertire.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro? Hai intenzione di continuare sulla strada della composizione per fiction o film?
Sarebbe un sogno. Sarebbe bellissimo poter un giorno comporre su richiesta o commissione. Un altro progetto sarebbe poi quello di poter incidere un EP con gli altri pezzi che ho composto.

Newsletter

Guarda anche...

Beatrice Chimenti

Immaturi – La serie: “In my mind” di Beatrice Chimenti nella colonna sonora della fiction

Beatrice Chimenti ha iniziato a dedicarsi alla composizione e all’arrangiamento di canzoni da solista, d’impronta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *