Home | Dischi & Novità | Ermal Meta. Disco d’Oro per “Non mi avete fatto niente” e sold out al Forum di Assago

Ermal Meta. Disco d’Oro per “Non mi avete fatto niente” e sold out al Forum di Assago

Dopo il disco d’oro per il singolo “Non mi avete fatto niente” adesso anche l’album “Non Abbiamo Armi” è certificato con l’ORO.

“Non abbiamo armi per comandare il tempo e l’esercito dei suoi miliardi di secondi che attraversano tutto…” Inizia così la title track del 3° album sa solista di Ermal Meta; la canzone fa parte dei 12 brani che compongono questo nuovo progetto entrato direttamente al 1° posto della classifica di vendita nella settimana della sua pubblicazione, avvenuta il 9 Febbraio.

12 canzoni per raccontare la contemporaneità e la paura che spesso la invade; in Europa questa paura si è concentrata in luoghi ove normalmente ricerchiamo svago, divertimento o anche solo un attimo di pausa e le riflessioni su tutto ciò di Ermal Meta e Fabrizio Moro, si sono trasformate in una canzone – Non Mi Avete Fatto Niente – presentata con vittoria allegata sul palco più conosciuto d’Italia e a seguire sul palco più internazionale d’Europa: da Sanremo a Lisbona per l’Eurovision Song Contest.

12 canzoni per parlare anche d’amore, un amore che fa spostare il mondo sul perno della fiducia (Dall’Alba al Tramonto) o un amore che sta stretto in sette borse (9 Primavere); un amore che riecheggia tra i passi come un metronomo tarato sui ricordi (Le Luci Di Roma) o l’amore “che spacca le ossa non lascia ferita” (Quello Che Ci Resta), ma anche per la vita, o per la propria squadra “anche se non vince mai”( Io Mi Innamoro Ancora).

Come spesso ama dire Ermal Meta, le canzoni lo circondano; basta guardare bene, sentire meglio e loro arrivano.

Una canzone può nascere anche da una telefonata fatta ad un amico (Caro Antonello) o dall’eco del rimbombo dei proclami salutisti sulle varie dipendenze (Amore Alcolico).

Una canzone può nascere dalla consapevolezza di chi siamo, di dove vogliamo andare, di che mezzi possiamo usare e di come possiamo curare le ferite di percorso (Il Vento Della Vita, Molto Bene, Molto Male); poi arriva la canzone che ti fa intuire quale sarà la prossima strada. È quella che apre una nuova porta ma è anche quella che mette la parola “fine” (Mi Salvi Chi Può).

Newsletter

Guarda anche...

Ermal Meta

Ermal Meta al Musart Festival di Firenze

Un caso unico e una delle penne più illuminate della musica italiana: 8 dischi di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi