Home | Eventi | Al Maxxi lo straordinario tesoro delle lettere di Einstein in un reading teatrale

Al Maxxi lo straordinario tesoro delle lettere di Einstein in un reading teatrale

Presentato per la prima volta in occasione dell’edizione 2008 del World Science Festival di New York, Dear Albert è un reading teatrale scritto da Alan Alda, attore, regista e sceneggiatore americano, protagonista negli anni ‘70 della fortunatissima serie TV antimilitarista M*A*S*H, tratta dal film di Robert Altman (con la quale ha vinto 6 Golden Globe e 5 Emmy Awards), attore e amico di Woody Allen, nel 2005 candidato al Premio Oscar come attore non protagonista nel film The Aviator, nonché appassionato di scienza e divulgatore scientifico.

E proprio da questa passione nasce Dear Albert, che racconta lo straordinario tesoro delle lettere scritte da Einstein tracciando, all’interno della sua vita, una linea intima e poco conosciuta.

Le letture di Pino Calabrese, Serena Dandini e Pippo Delbono, accompagnate dalla musica live di Teho Teardo, umanizzano un gigante nel pantheon di grandi scienziati mettendo in luce le sue importanti conoscenze scientifiche attraverso racconti di vita privata, come le lettere alla moglie Mileva Maric nelle quali il giovane scienziato confida sogni, progetti, speranze e disillusioni. Tappe, spesso sofferte, di una maturazione emotiva e intellettuale che lo porterà alle grandi scoperte dell’inizio del secolo scorso, che hanno letteralmente rivoluzionato la cosmologia moderna. Durata: un’ora.

Dear Albert è realizzato in occasione della mostra GRAVITY. Immaginare l’Universo dopo Einstein nata dalla inedita collaborazione tra MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, ASI Agenzia Spaziale Italiana e INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. La mostra, che sta riscuotendo un grande successo di pubblico e che in 4 mesi è stata visitata da circa 90mila persone, è stata prorogata fino al 6 maggio 2018.

Prossimo appuntamento: martedì 10 aprile alle ore 18.00: SPAZIO CHIAMA TERRA
Incontro tra Samantha Cristoforetti, astronauta ESA, e Amalia Ercoli Finzi, prima donna italiana ingegnere aerospaziale (Auditrorium del MAXXI, ingresso gratuito fino a esaurimento posti grazie a Enel, main partner della mostra).

Newsletter

Guarda anche...

Flora Papadopoulos

Dal violino all’arpa barocca: il 16 agosto a Castel Sant’Angelo l’affascinante progetto di Flora Papadopoulos per Sere D’Arte

Continuano con successo gli appuntamenti di Sere D’Arte, la rassegna nell’ambito di Art City 2018, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi