Home | Tempo d'Europa | Esordio a Roma per l’Orchestra Erasmus

Esordio a Roma per l’Orchestra Erasmus

Esordio a Roma per l’Orchestra Erasmus, la formazione musicale promossa dall’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire e formata da studenti Erasmus dei Conservatori e Istituti musicali italiani.

Il Concerto per l’Europa è in programma martedì 8 maggio alle 19 al Teatro Brancaccio, in via Merulana 244, a Roma. L’evento è gratuito e si svolge in occasione delle celebrazioni per la Festa d’Europa. L’Orchestra è composta da 50 musicisti provenienti da 15 Conservatori ed è diretta dal Maestro Elio Orciuolo.

«Da più di 30 anni – dichiara la Ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli – l’Erasmus apre confini e orizzonti a milioni di ragazze e ragazzi in tutta l’Unione. L’8 maggio celebreremo attraverso la musica questo progetto che ha creato e continua a creare nuove cittadine e nuovi cittadini europei. L’Orchestra Erasmus, nata un anno fa, è una bellissima espressione di quella ‘Generazione Erasmus’ che mette insieme le eccellenze dei nostri Conservatori e Istituti musicali e che, attraverso la musica, lancia a tutte e tutti un messaggio chiaro di unione e pace, di collaborazione. Un messaggio di cui oggi abbiamo particolarmente bisogno».

«L’Orchestra Erasmus – dichiara il Direttore dell’Agenzia Nazionale Erasmus+ Indire, Flaminio Galli – è la prima formazione musicale interamente formata da studenti Erasmus dei Conservatori e degli Istituti musicali parificati sul territorio italiano. Con questo progetto artistico, vogliamo valorizzare i giovani talenti del nostro Paese e di tutta Europa. Allo stesso tempo, utilizzando il linguaggio universale della musica intendiamo diffondere un forte messaggio di fratellanza tra i popoli europei. Si tratta di un’iniziativa di valore strategico per il Programma Erasmus e per questo intendo ringraziare di cuore i Conservatori e gli Istituti musicali italiani per la fondamentale partecipazione e collaborazione».

Newsletter

Guarda anche...

Live Cinema Festival 2018: dal 20 al 23 settembre a Palazzo delle Esposizioni a Roma

Quattro giorni dove macchine, arte e tecnologia si uniscono per diffondere nuovi messaggi, nuovi immaginari …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi