Home | In Cultura | Torino. Il Museo Egizio genera un ritorno economico di 187 milioni di euro l’anno

Torino. Il Museo Egizio genera un ritorno economico di 187 milioni di euro l’anno

Il Museo Egizio porta a Torino 187 milioni di euro l’anno, una ricaduta economica di rilievo che coinvolge molti settori. Lo sottolinea una ricerca del Centro Studi Silvia Santagata, che analizza la tipologia di visitatori e l’impatto economico sul territorio.

Più di un intervistato su quattro indica proprio nella visita all’Egizio il motivo principale del suo viaggio a Torino, viaggio che porta ciascun turista a spendere circa 81 euro al giorno. Il 61,4% del pubblico arriva da altre regioni d’Italia, circa il 15% dall’estero. “Siamo orgogliosi per l’esito di questa indagine che consideriamo un punto di partenza per definire le future strategie e per affermare il ruolo del Museo Egizio sia in ambito scientifico sia turistico”, commenta la presidente Evelina Christillin. “Dal 2015 il Museo ha deciso di porre la ricerca al centro – spiega il direttore Christian Greco – e, oggi, la bontà di questa scelta è confermata dai risultati di questa indagine. Investire in ricerca ha un’importanza fondamentale”.

Newsletter

Guarda anche...

Tutankhamon

Non esistono camere segrete nella tomba di Tutankhamon

Non esistono camere segrete nella tomba di Tutankhamon. Lo hanno stabilito gli studi condotti da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi