Home | EMI Music | Oxfam & Coldplay: raduno Ufficiale italiano Coldplay Fan 2013
Coldplay
Coldplay

Oxfam & Coldplay: raduno Ufficiale italiano Coldplay Fan 2013

Sarà una evento rivolto a tutti i fan italiani dei Coldplay, quello che si terrà oggi venerdì 29 Marzo, dalle 22.30, presso Stazione Birra (in via Placanica 172, a Roma), il più importante locale di musica live della capitale, un concerto di solidarietà a sostegno della campagna COLTIVA di Oxfam.
Sul palco, i LiVe in Technicolor nota e apprezzata Tribute Band Coldplay italiana, divenuta negli anni un punto di riferimento per i fan italiani di Chris Martin e compagni. Una delle Tribute Band più conosciute e seguite non solo in Italia, ma anche all’estero, che negli anni si è esibita nei più importanti locali italiani ed europei, capace come nessuno, di far rivivere le fantastiche atmosfere che si respirano nei concerti della band inglese.
Attualmente i loro canali online sono seguiti da oltre 38 paesi in tutti il mondo con più di 18.000 spettatori su Youtube e oltre 1,5 milione di visite raggiunte dalla loro pagina Facebook. Il costo di ingresso sarà di 10 euro. Il ricavato della serata andrà a sostegno dei progetti di solidarietà sostenuti da Oxfam attraverso la campagna Coltiva ( http://www.oxfamitalia.org/coltiva/coltiva).
Per maggiori info sul Raduno Coldplay Fan 2013: http://www.oxfamitalia.org/evento/raduno-ufficiale-italiano-coldplay-fan-2013
Il video-promo della serata: http://www.youtube.com/watch?v=6pA_72RP4ww&feature=youtu.be&noredirect=1
Il nuovo video di In My Place contro il Land Grabbing firmato dai fan dei Coldplay
Un video in crowdsourcing (http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=jdwGB-Pzmy8) con le immagini video e foto che arriveranno dai fan di tutto il mondo, da montare sulle note di In My Place dei Coldplay (versione unplugged) e che porterà la firma del pluripremiato regista musicale Mat Whitecross. L’idea è dei Coldplay, global ambassador di Oxfam, per dire no all’accaparramento delle terre ai danni delle comunità nel Sud del mondo: ogni anno governi, banche e investitori privati comprano enormi appezzamenti di terra in alcuni dei paesi più poveri del mondo, a scapito delle comunità che ci vivono, che su di essa fanno affidamento per sfamare le proprie famiglie e che, non avendo voce in capitolo, non ricevono alcun compenso. Nell’ultimo decennio è stata venduta globalmente un’area di terra grande 7 volte l’Italia. Parte da qui l’invito lanciato da Oxfam, attraverso la campagna Coltiva, ai numerosissimi fan dei Coldplay di inviare fino al 4 aprile, video e foto che raccontino simbolicamente il senso di insostenibile spaesamento che il land grabbing genera: ognuno di noi ha un posto che chiama casa, un posto in cui si sente al sicuro, familiare. Basterà fotografare un oggetto amato e familiare ‘fuori posto’, o filmare un’attività personale e quotidiana in un luogo diverso dal solito (per info ed invio materiale: http://www.oxfamitalia.org/eventi/video-esclusivo-di-%E2%80%9Cin-my-place%E2%80%9D-fanne-parte). Il land grabbing costringe le persone a lasciare le proprie case, la terra su cui si è fatto affidamento per vivere, è possibile rappresentare la dislocazione e lo spostamento: oggetti fuori posto, gente fuori luogo? Questa è la sfida.
“Voglio creare la sensazione di chi si sente lontano da dove vorrebbe essere,- spiega il regista Mat Whitecross – per mostrare la sofferenza delle vittime del land grabbing. Ho lavorato con i Coldplay per molto tempo e so bene quanto siano appassionati i loro fan. L’idea di sfruttare questa energia per creare uno strumento originale e potente, mi ha da subito emozionato”.
Oxfam chiede alla Banca Mondiale di assumere un ruolo guida nella lotta al land grabbing.
“Questo video musicale unico aiuterà a portare alla luce l’ingiustizia globale del land grabbing. ­– aggiunge Elisa Bacciotti, Direttrice Campagne di Oxfam Italia – Lo scorso anno i Coldplay hanno invitato Oxfam nel loro tour mondiale e siamo fortemente motivati dal grandissimo sostegno che i fan di tutto il mondo ci hanno dimostrato. Fare campagne è essenzialmente mettersi nei panni di qualcun altro. Sappiamo che quando ci uniamo e ci attiviamo contro l’ingiustizia globale possiamo fare davvero la differenza”.

 

[nggallery id=232]

Guarda anche...

Coldplay

I Coldplay al cinema: A Head Full Of Dreams, solo il 14 novembre al cinema

Due decenni di musica e sogni per i Coldplay, vent’anni di prove e concerti i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi