Home | Tempo d'Europa | UE, affitto nuovo edificio PE: Morganti (ELD), sede unica risolverebbe sprechi
Claudio Morganti
Claudio Morganti

UE, affitto nuovo edificio PE: Morganti (ELD), sede unica risolverebbe sprechi

Bruxelles, 12 aprile 2013. «Se ci fosse un’unica sede, come chiediamo da tempo in questa istituzione, non ci sarebbe bisogno di acquistare altri edifici a Strasburgo e, contemporaneamente, di affittarne di nuovi a Bruxelles. È una vergogna che il Parlamento si allarghi a spese nostre, spendendo cifre da capogiro».

L’eurodeputato toscano Claudio Morganti, coordinatore per l’Eld in commissione Bilanci, reagisce così alla notizia che il Parlamento europeo, in vista dell’ingresso della Croazia nella Ue, e quindi della sua delegazione all’Europarlamento, ha deciso di affittare, per 12 anni, a partire dal 31 marzo 2014, un edificio di 40.000 metri quadrati, in cui saranno trasferiti uffici di deputati e assistenti, in attesa che venga costruita un’ala supplementare definitiva.

«È vero che gli attuali edifici non sono sufficienti a contenerci tutti», lamenta Morganti. Al momento -ha specificato- sono previsti solo 17 metri quadrati a testa, e i nostri uffici sono i più piccoli d’Europa».

«Tuttavia, trovo paradossale -ha continuato- che si spendano 750 mila euro annui per questo edificio e che, allo stesso tempo, sia in progetto la spesa di quasi due milioni di euro all’anno per l’affitto dell’immobile che ospiterà il Centro traduzioni a Lussemburgo, in attesa che sia costruito l’edificio definitivo. Per non parlare, poi, dei tre stabili acquistati a Strasburgo -ha sottolineato- su cui, come ho già denunciato lo scorso anno, l’Ufficio di Presidenza dell’Eurocamera non ha tenuto un comportamento del tutto trasparente».

«Per di più -ha aggiunto- rimane da risolvere il problema dell’emiciclo di Bruxelles, ancora chiuso al pubblico per il cedimento delle travi del tetto. Il Parlamento continua a comprare o a prendere in affitto altri edifici -ha concluso- quando l’unico immobile che andrebbe davvero ristrutturato, anche perché nostro principale luogo di lavoro, è quello di Bruxelles, a partire proprio dal suo emiciclo».

 

Guarda anche...

Claudio Morganti

Esodati: Morganti, Commissione UE dica come tutelare la loro dignità

Bruxelles, 1 maggio 2014. “In Italia ci si è dimenticati degli esodati. Come ogni problema …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi