Home | In Sociale | UNICEF su terremoto in Cina: 26.000 bambini colpiti
UNICEF
UNICEF

UNICEF su terremoto in Cina: 26.000 bambini colpiti

23 aprile 2013 – Il quadro di distruzione a seguito del terremoto di Lushan comincia ad essere più chiaro: il bilancio (provvisorio) è di più di 190 morti e oltre 12.000 feriti; solo da poco le comunità colpite più isolate sono state raggiunte dalle squadre di soccorso del Governo.
L’UNICEF sta predisponendo ora un piano con i partner del Governo per intensificare gli sforzi nel campo della protezione dell’infanzia, della salute delle madri e dei bambini, della nutrizione dei più piccoli, dei servizi igienico-sanitari. Stando ai dati del Censimento 2010, sono 26.000 i ragazzi e i bambini tra 0-17 anni nella Contea di Lushan.
Ieri, il Comitato Nazionale UNICEF di Hong Kong ha stanziato 75.000 dollari per attrezzature per emergenza ostetrica e per salute neonatale a beneficio delle strutture sanitarie locali.
Alcune delle comunità danneggiate dal terremoto di grado 7,0 di sabato, erano già state colpite dal terremoto del 2008 di Wenchuan. Si teme che i bambini piccoli possano rivivere il trauma di cinque anni fa.
“Il governo della Cina è impegnato in un grande sforzo per provvedere ai bisogni più urgenti causati da questo fortissimo terremoto”, ha detto Giallian Mellsop, Rappresentante dell’UNICEF in Cina. “Siamo impressionati dall’immediatezza e dalla generosità del sostegno della società civile e del settore privato in risposta a questo tragico disastro. I nostri pensieri devono essere focalizzati innanzitutto sui bambini, le cui vite sono state distrutte. Loro necessitano urgentemente di aiuto per riprendersi dal trauma che hanno vissuto”, ha detto Mellsop.
L’UNICEF sta lavorando con il State Council National Working Committee on Children and Women (NWCCW) per potenziare gli Spazi Amici dei Bambini già esistenti e operativi vicino all’epicentro del terremoto. Sosterrà inoltre squadre mobili di emergenza per i bambini nelle comunità circostanti per aiutare a collegare i bambini vulnerabili con i servizi disponibili.
Dopo il terremoto del 2008 in Wenchuan, l’UNICEF e il NWCCW hanno costruito 40 Spazi Amici dei Bambini in tutta la zona del terremoto, inclusi due nella Contea di Lushan.
In collaborazione con i partner del governo, l’UNICEF è pronto a dare supporto nell’ambito dei servizi sanitari per madri e bambini di 34 strutture sanitarie locali; delle campagne di vaccinazione per morbillo, orecchioni-rosolia ed epatite; dell’assistenza alimentare a neonati e bambini piccoli; a inviare kit igienici e latrine mobili.
Durante il fine settimana, l’UNICEF ha postato sul suo micro blog una serie di punti d’azione su come i genitori possono sostenere al meglio i bambini durante le emergenze. Il tweet si è dimostrato molto efficace, venendo condiviso 47.000 volte. http://www.weibo.com/1749268803/zt3ZL7A1g

 

Guarda anche...

pigotta-unicef

Unicef. Torna la Pigotta con tante novità da scoprire il 9 e 10 dicembre in quasi 400 piazze in tutta Italia

Questo Natale, come ogni anno, torna la Pigotta, la bambola di pezza dell’UNICEF, con tante …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi