Home | In Sociale | UNICEF per Giornata Mondiale contro la Malaria
UNICEF
UNICEF

UNICEF per Giornata Mondiale contro la Malaria

25 aprile 2013 – Nel 2008 un bambino ogni 30’’ moriva per malaria; oggi muore un bambino ogni 60’’.
La malaria uccide ancora 660.000 persone ogni anno, molte delle quali sono bambini africani. Una copertura universale con zanzariere trattate con insetticida sotto cui dormire è la chiave per raggiungere risultati contro la malaria – uno dei più grandi killer di bambini nel mondo, ha detto l’UNICEF in occasione della Giornata mondiale contro la Malaria.
Con i suoi partner, l’UNICEF si batte e supporta i governi per una distribuzione gratuita di zanzariere trattate con insetticida – specialmente quelle a lunga durata. Quando la copertura universale – una zanzariera per ogni due persone – sarà raggiunta, questa semplice ed efficace barriera potrà ridurre la mortalità infantile fino al 20%.
Nel 2004, nell’Africa subsahariana c’erano solo 5,6 milioni di zanzariere da letto. Fino a poco tempo fa il prezzo delle zanzariere era troppo alto per la grande distribuzione a causa della scarsa concorrenza tra produttori. Tuttavia in Africa, nel 2010, questo numero è salito a 145 milioni grazie ai grandi quantitativi acquistati, alle forniture comuni, ai migliori finanziamenti e all’estesa capacità manifatturiera. Un focus costante e mirato a una più alta copertura con interventi efficaci per contrastare la malaria ha contribuito a salvare 1,1 milioni di vite e a far diminuire di un terzo il tasso di mortalità causata da malaria in Africa, come registrato dal 2000.
“È inaccettabile che ogni giorno più di 1.500 bambini muoiano ancora per una malattie prevenibile e curabile.” ha detto, Nicholas Alipui, Direttore del Programma dell’UNICEF. “Dobbiamo distribuire zanzariere trattate con insetticida a tutti coloro che ne hanno bisogno, dobbiamo provvedere a test puntuali e medicine appropriate per i bambini colpiti da malaria.”
Un trattamento di tre giorni può curare le infezioni della malaria, specialmente se un episodio è diagnosticato in tempo e trattato appropriatamente – in particolare con una combinazione di terapie basate sull’artemisina (ACTs). Ma molti bambini, specialmente in Africa, muoiono ancora a causa della malaria perché non dormono sotto zanzariere trattate con insetticida e non possono accedere a trattamenti salvavita nelle 24 ore successive al manifestarsi dei primi sintomi.
L’UNICEF supporta l’impegno nazionale per formare e provvedere a dotare operatori sanitari delle comunità con strumenti appropriati, come i test per diagnosticare rapidamente la malattia così da poter somministrate velocemente ai bambini i farmaci di cui hanno bisogno. Tuttavia, in Africa la proporzione di bambini che hanno ricevuto un primo ciclo di trattamento con l’ACT è minore del 30% nella maggior parte dei paesi.
L’UNICEF con i governi, i donatori e altri partner, guarda anche a modalità innovative per arrivare a tutti i bambini più vulnerabili e più difficili da raggiungere per arrivare alla copertura universale. Per esempio, oltre alla distribuzione gratuita di zanzariere durante campagne di sensibilizzazione nelle aree più povere e remote, si distribuiscono zanzariere anche durante le vaccinazioni di routine e durante le visite pre-parto delle donne in gravidanza. L’UNICEF sta anche programmando il proprio impegno sulla gestione integrata delle comunità, per portare loro un pacchetto di interventi salvavita vicini ai bambini, alle famiglie e alle case.
“Abbiamo fatto progressi considerevoli in questa lotta, ma non possiamo distogliere lo sguardo dall’obiettivo di ridurre i casi di malaria e morte per azzerarli. Dobbiamo assicurarci che i paesi abbiano i fondi necessari per il controllo della malaria e usarli per proteggere i propri figli e le donne in gravidanza”, ha aggiunto Alipui.

Guarda anche...

unicef

Unicef per Settimana dell’Acqua: 600 milioni di bambini non hanno servizi igienico-sanitari di base a scuola

In occasione della Settimana Mondiale dell’Acqua (26-31 agosto), l’UNICEF rilancia il tema dell’acqua sicura e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi