Home | In Sport | Donne in rosa in gara sul lago di Albano
dragon boat
dragon boat

Donne in rosa in gara sul lago di Albano

A Castelgandolfo, sabato 11 maggio, sul Lago Albano, si disputerà il “Trofeo del Lago Olimpico”, una manifestazione di dragon boat riservata alle “Donne in Rosa”, organizzata dalla “Canottieri Comunali Albalonga”, su incarico della Federazione Italiana Canoa Kayak Comitato Sport per Tutti. Il programma prevede alle 08.00, la presentazione degli atleti e lo svolgimento delle finali dei 200 metri e dei 500 metri dragon boat. Alla manifestazione, nota come il “TROFEO DEL LAGO OLIMPICO”, organizzata dalla Canottieri Comunali Albalonga, parteciperà l’equipaggio della L.I.L.T di Latina, costituito da donne operate di tumore al seno, che si prepara sul bacino pontino, con la collaborazione dell’Associazione sportiva dilettantistica Circolo Canottieri Sabaudia, sensibile all’attività sociale nel territorio comunale. Pertanto, forte risulta la partecipazione e l’attesa dei sostenitori della LILT/Circolo Canottieri Sabaudia sul campo di gara in Via dei Pescatori, a Castelgandolfo, per assistere ad una competizione così entusiasmante e combattuta  a colpi di pagaia.

Con il termine dragon boat o dragonboat (letteralmente: barca drago) si indica una canoa a 20 posti, il nome proviene dalla sua caratteristica testa di drago posta sulla punta dell’imbarcazione. La storia delle gare dei dragonboat risalgono a miti e leggende, il cui punto centrale tuttavia rimane sempre il drago. Le gare dei dragonboat sono parte della omonima Festa delle barche drago o anche Festa di Duanwu, che ha luogo il quinto giorno della quinta luna secondo il calendario lunare cinese. Secondo la leggenda più popolare, il Dragon Boat Festival ricorda il tentativo di salvare il poeta nazionale cinese Qu Yuan dall’annegamento nel 277 a.C. Ancora oggi le gare dei dragon boat vengono organizzate in tutto l’oriente il quinto giorno della quinta luna in onore del poeta. D’altra parte la Festa di Duanwu esisteva già prima che nascesse Qu Yuan. Si tratta infatti della Festa dei Wuyue, un’antica tribù il cui totem era il drago. I Wuyue in questo giorno facevano sacrifici in onore del drago. Un’altra storia afferma che le barche con le teste di drago intagliate fossero utilizzate durante le inondazioni per placare i draghi nell’acqua. E nella provincia cinese dello Zhejiang l’origine delle gare viene fatta risalire al re di Yue, Gou Jian, che dopo una sconfitta militare addestrò le sue truppe nelle gare dei Dragon Boat con il loro aiuto poté ricostituire lo stato di Chu. Gli studiosi ritengono che l’origine del Dragon Boat vada ricercato nel sud della Cina, in particolare nella regione del Chang Jiang, verso il 500 a.C.. Sembra, comunque, che gare organizzate di Dragon Boat vi si disputavano già molto prima e competizioni regolamentate si svolgevano in Cina già durante la dinastia Sui (581-618) e la dinastia Tang (618-907).

 

 

 

Guarda anche...

Marco Ligabue

Marco Ligabue: da oggi in radio “Quante vite hai”, il nuovo singolo

Da oggi, venerdì 19 ottobre, è disponibile in digital download, sulle piattaforme streaming e in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi