Home | Tempo d'Europa | Lotta alla criminalità organizzata, Iacolino: serve una dimensione europea
Salvatore Iacolino
Salvatore Iacolino

Lotta alla criminalità organizzata, Iacolino: serve una dimensione europea

Bruxelles, 11 maggio 2013. “Nessuno Stato membro dell’UE è ormai immune dalla presenza delle mafie e dalle loro attività sul proprio territorio. Questa è diventata una sfida europea che dobbiamo affrontare e contrastare insieme”. Lo ha dichiarato Salvatore Iacolino, relatore permanente della commissione speciale contro la Criminalità organizzata, la corruzione e il riciclaggio di denaro, a margine del voto con il quale è stato approvato il suo rapporto di medio termine.

“Nel rapporto approvato con una maggioranza ampia e con il sostegno di tutti i gruppi politici, abbiamo individuato le priorità necessarie per creare una  road map di efficace contrasto dei fenomeni criminosi a livello europeo e mondiale. L’avere stabilito il reato di associazione mafiosa rappresenta una opportunità politica decisiva. Questo richiederà specifiche disposizioni legislative che a oggi solo l’Italia possiede. Non possiamo pensare di combattere reati transnazionali se non cominciamo ad armonizzare le legislazioni degli Stati membri”.

“La criminalità organizzata persegue il profitto illecito e quindi tende a infiltrarsi nell’economia legale attraverso nuove attività, come il gioco illegale online e le scommesse sportive clandestine. Per questo dobbiamo ipotizzare ad esempio il reato di manipolazione sportiva”, ha illustrato l’eurodeputato.

“La dimensione europea e transnazionale della criminalità organizzata esige poi un rafforzamento della cooperazione giudiziaria e di polizia con i Paesi terzi resa oggi possibile con il Trattato di Lisbona. Occorre rafforzare – sempre a livello europeo – una legislazione che permetta la confisca dei beni della criminalità permettendone il riutilizzo a fini sociali”.

“Gli ambiti su cui intervenire sono molteplici: dobbiamo rafforzare le nuove tecnologie per meglio combattere il cyber-crime negli svariati ambiti in cui oggi opera; dobbiamo pensare a una legislazione più rigorosa in tema di sicurezza degli appalti pubblici che escluda dalle gare chi abbia condanne definitive per reati legati ad attività criminali;  dobbiamo educare i partiti politici al concetto di responsabilità attraverso un rigoroso codice etico unito a una legislazione per prevedere e vietare il voto di scambio come anche il reato di riciclaggio e di auto-riciclaggio”.

“Va infine intensificata la lotta alla corruzione, che costa nel mondo circa 770 miliardi l’anno, di cui 120 solo in Europa e che, specialmente in questo periodo di forte crisi economica e finanziaria, sottrae risorse economiche ingenti che potrebbero essere destinate alla crescita e allo sviluppo. La criminalità organizzata è un reato transnazionale ed è una minaccia per i cittadini e l’economia europea, per le sue imprese e le istituzioni statali. Per questo motivo va contrastata creando una positiva cooperazione a livello europeo e con i Paesi terzi (compresi i paradisi fiscali)”, ha concluso  Salvatore Iacolino.

Guarda anche...

Parlamento europeo

Procuratore europeo risposta efficace ai reati transazionali che impoveriscono l’UE

Bruxelles, 12 agosto 2013. “Registriamo con favore la proposta dei commissari Reding e Semeta perché …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi