Home | Tempo d'Europa | Lotta alla contraffazione, Muscardini: battaglia per tutelare i settori strategici e ripartire
Cristiana Muscardini
Cristiana Muscardini

Lotta alla contraffazione, Muscardini: battaglia per tutelare i settori strategici e ripartire

Bruxelles, 22 maggio 2013. “La lotta alla contraffazione è l’argomento sul quale sono state incentrate le giornate di studio del Gruppo europeo ECR (European Conservatives and Reformists) che si sono svolte per la prima volta in Italia. I colleghi di altri paesi hanno potuto constatare quanto sia grande il problema perché la contraffazione non riguarda solo il settore dell’abbigliamento, del calzaturiero o dei giocattoli ma anche quello dei farmaci che sta diventando dilagante”. Lo ha dichiarato Cristiana Muscardini, vicepresidente della commissione Commercio internazionale al Parlamento europeo, intervenendo a GR Parlamento all’interno del programma Spazio Europa.

“I colleghi hanno potuto conoscere i dati del fenomeno e hanno visitato alcuni settori di eccellenza del nostro sistema produttivo rendendosi conto che, se chiediamo una certificazione sulla denominazione d’origine dei prodotti, non è per difendere le lobby ma per portare avanti una battaglia all’insegna della correttezza. In questo momento, per esempio, stiamo assistendo all’invasione dei pannelli fotovoltaici cinesi – continua l’eurodeputata – e l’Unione europea ha aperto una procedura antidumping, che si teme possa essere bypassata, dato che la Cina sta cercando di far arrivare i pannelli in Europa attraverso la Croazia”.

Sull’ipotesi di un’uscita della Gran Bretagna dall’UE, Cristiana Muscardini afferma che “i colleghi anglosassoni, e non solo, chiedono un’Europa migliore, con adeguati controlli, che tuteli i giovani e chi è stato espulso dal sistema perché si corre il rischio che i cittadini vedano l’Europa come qualcosa di negativo. E non è affatto così”.

Guarda anche...

Cristiana Muscardini

Moscardini, urgente un’adozione europea comune

Bruxelles, 1 maggio 2014. “L’Unione europea deve definire le norme per un’‘adozione europea’, da introdurre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi