Home | Artisti | Marco Locurcio nuovo album “La Boucle”
Marco Locurcio
Marco Locurcio

Marco Locurcio nuovo album “La Boucle”

“L’abilità dell’uomo nel trasformare la continuità e la ripetitività in qualcosa di originale, moderno e in arte”. Questo è “La Boucle” (quello che in inglese è il Loop) il nuovo e quinto album di Marco Locurcio, chitarrista jazz, compositore, arrangiatore e produttore italo-belga, che ha trovato ispirazione dai cicli armonici musicali associandoli ai cicli della vita, delle giornate, dei mesi, degli anni. A metà strada tra L’Indie Pop, il Nu-Jazz e con influenze del Jazz Nord Europeo, le composizioni di “La Boucle” di Locurcio flirtano con atmosfere eteree, melodie semplici, esuberanza ritmica, il tutto estremamente godibile.
Dopo otto anni dall’uscita del suo ultimo album intitolato “Jama”, periodo nel qualche ha collaborato con numerosi artisti nelle vesti di compositore, chitarrista, arrangiatore e produttore, ha deciso di dedicarsi alla sua musica e dare forma alle sue nuove composizioni originali.
Il nuovo Cd la “Boucle” è stato realizzato per la maggior parte a Bruxelles – città dove Locurcio è nato e dove vive tuttora – con la collaborazione di musicisti eccezionali e di rilievo nella scena musicale Belga e Nord Europea: Erwin Vann al sax, Nicolas Thys al contrabbasso, Anja Naucler al Violoncello ed il giovanissimo batterista Lander Gyselinck. Il brano di chiusura dell’album, “L’arte dell’incontro” è stato invece registrato a Roma e vede alla batteria il fratello di Locurcio, Fabio.
Marco Locurcio nasce a Bruxelles, a sei anni scopre la passione per la chitarra e la musica.
In accademia studia solfeggio e chitarra classica. Durante l’adolescenza suona con diversi gruppi ed esplora vari generi musicali dal rock al funk.
Nello stesso periodo inizia ad interessarsi al Jazz e all’improvvisazione. Dopo Il liceo si trasferisce a Roma. Frequenta la Berklee Summer School a Perugia dove segue uno stage con Paul Motian, Joe Lovano e Bill Frisell.
Dal 1992 al 1993 si trasferisce a Los Angeles dove studia al celebre Musicians Institute seguendo lezioni con Scott Henderson, Joe Diorio e molti altri.
Nel 1994 tornato in Italia dopo l’esperienza americana, Marco Locurcio registra il suo primo CD “C.U. in heaven” con suo fratello Fabio, Javier Girotto, Marco Siniscalco ed Alessandro Gwiss.
Frequenta i seminari della Manhattan School Of Music di New York a Belluno e vince il premio come miglior solista. Nel Settembre del 1994 torna a Bruxelles dove frequenta il Bruxelles Koninklijk Conservatorium al dipartimento di Jazz dove si diploma nel ’98.
Nel 1996 al secondo anno di conservatorio registra il suo secondo CD “Buddies” con Hans Van Oosterhout e Nicolas Thys.
Dal 1997 partecipa a diverse produzioni discografiche e concerti con gruppi Jazz e Pop, suona nei più importanti festival in Belgio ed in Europa. Dal 1999 inizia, in parallelo all’attività di chitarrista anche quella di produttore/arrangiatore.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi