Home | Band | "NOIANESS" il nuovo EP di Giorgieness
Giorgieness
Giorgieness

"NOIANESS" il nuovo EP di Giorgieness

E’ uscito lo scorso 31 Maggio il lavoro discografico che segna d’esordio di Giorgieness.
Giorgieness è un trio di Morbegno (Sondrio) formato da Giorgia D’Eraclea (voce/chitarra), Samuele Franceschini (bassista) e Andrea De Poi (batterista).
Il gruppo nasce a Giugno 2011 quando Giorgia, chiuse le esperienze con le precedenti band, decide di cominciare a scrivere canzoni chitarra/voce con testi in italiano, molto più diretti di quelli pensati prima in inglese.
Nei mesi successivi l’interesse verso la sua musica è tale che inizia a suonare per vari locali della Valtellina e in seguito viene chiamata dall’iniziativa “Scossa Elettrica” che la terrà impegnata su diversi palchi, per poi infine aprire una data dei Manetti!.
La veste di cantautrice però le sta stretta; ha bisogno di molto più rumore, molta più sostanza, ed è qui che la sua strada si incrocia con quella di Andrea De Poi (già batterista di Przewalski, Sbizza e la Micro Orchestra, Prolet). I due creeranno un sodalizio artistico e personale che li porterà, con l’aiuto di Andrea Maglia (Manetti!, Tre Allegri Ragazzi Morti) ad arrangiare i quattro pezzi che finiranno nel loro EP d’esordio.
A Novembre 2012 entrano al Morbid Sound Studio di Milano e con la produzione di Luigi Galmozzi e Andrea Maglia, si lanciano a registrare i pezzi di “Noianess EP” ai quali si aggiunge Samuele Franceschini, che diventa il bassista del gruppo in pianta stabile.
Da quel momento in poi i concerti, che li porteranno dal loro territorio fino al Lato B di Milano all’Honky Tonky di Seregno (MB), saranno affrontati in trio.
“Noianess” esce è il 31 Maggio 2013 prendendo spunto dal rock anni ’90, dove la tensione esistenziale e le storie tormentate e malinconiche si ritrovano in una scrittura fortemente personale.

NOIANESS – L’EP
“Noianess” è un disco rock, una fotografia di incoscienza e solitudine, ma anche di profonda unità, spietato e dolce, come solo la musica sa essere.
E’ un disco che non ha come finalità quella di svegliare coscienze, ma raccontare e provare a capire cos’è successo davvero; vuole dire che è possibile vivere tutto, nel modo più intenso che esista, senza mai pensare che sarebbe stato meglio agire diversamente.
Registrato in quattro giorni a Milano, dentro questo EP ci sono un sacco di persone, di cartelloni pubblicitari, stazioni e città lontane.
A livello pratico il gruppo ha messo bocca su tutto, ma anche la produzione ha aiutato a renderlo più intimo e meno urlato, riuscendo a mantenere integri l’intenzione originale dando spessore alle linee vocali mescolando suoni e rumore. Hanno contribuito Brian Burger, che ha suonato le tastiere, Andrea Maglia al basso e Luca Radaelli (Przewalski), che ha dato corpo alle seconde chitarre.
“Noianess” è un disco semplice, graffiante e strepitoso che segna l’esordio di un gruppo che racconta in modo sincero una storia che, invece, di semplice non ha nulla.

 

 

TRACK LIST:
Sai parlare
Magari sta sera
Lampadari
Brividi/Lividi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi