Home | Music Event | Dalla Basilicata all’Isola Tiberina, Lina Wertmüller festeggia i cinquant’anni dei Basilischi
“I Basilischi” del 1963.
“I Basilischi” del 1963.

Dalla Basilicata all’Isola Tiberina, Lina Wertmüller festeggia i cinquant’anni dei Basilischi

A cinquant’anni dalla sua prima regia, la regista e sceneggiatrice Lina Wertmüller sarà protagonista dell’evento organizzato dalla Regione Basilicata dedicato al cinema come strumento di promozione turistica e territoriale presso l’Isola Tiberina.
L’inizio per le ore 20 prevede un incontro dal titolo “Travolta da un insolito destino divenni regista in un dorato mare di grano della Basilicata” dove la regista sarà intervistata in esclusiva dal nipote, l’attore Massimo Wertmüller per raccontare gli esordi di una carriera da regista iniziata 50 anni fa con I Basilischi. Durante l’incontro interverranno numerosi amici e colleghi, che negli anni hanno accompagnato la carriera della Wertmüller. A seguire un cocktail lucano offerto dalla Regione Basilicata.

Dopo l’incontro sarà proiettato il suo primo lungometraggio, il film cult “I Basilischi” del 1963.
La Wertmüller, la cui famiglia era originaria proprio di Palazzo San Gervasio (in provincia di Potenza) fotografava in maniera divertente, ironica e pungente la realtà immobile e felpata del Mezzogiorno dell’Italia di allora. Vincitore della Vela d’argento al Festival di Locarno del 1963, il film racconta la piccola provincia come universo alienato dal mondo e dalle responsabilità, una culla sconsolata dove giovani senza futuro e senza ideali sopravvivono alla quotidianità di un’esistenza senza obiettivi. Ironico e pungente I Basilischi, dal nome dei lucertoloni capaci di rimanere immobili sotto il sole senza muovere un solo muscolo, come fossero pietre.

In una regione in cui, dal 1950 ad oggi sono state girate oltre 50 famose pellicole dalle più grandi firme della regia italiana (Rosi, Zampa, Lattuada, Taviani, Pasolini fino a Rocco Papaleo) e internazionale (su tutti Mel Gibson con il suo colossal La Passione di Cristo), la promozione dei territori si lega sempre più al fenomeno del cineturismo. Da qui la presenza della Basilicata a Roma, durante l’Isola del Cinema, con uno stand e una serie di iniziative che attraverso la vetrina del cinema raccontano l’offerta turistica di una regione tutta da scoprire. In questo quadro di promozione si inserisce l’appuntamento con Lina Wertmüller, testimonial d’eccezione di una Basilicata da lei raccontata nella pellicola d’esordio dietro la macchina da presa.

Venerdì 2 agosto
ore 20
Isola del Cinema – Caffè Letterario
Isola Tiberina, Roma
Ingresso gratuito

 

Guarda anche...

Lina Wertmuller

Omaggio a Lina Wertmuller. Natale alla Casa del Cinema di Roma con la Signora del cinema italiano

Arcangela Felice Assunta Wertmüller von Elgg Spanol von Braueich, in arte Lina Wertmuller. A lei, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi