Home | Eventi | Tender inaugurazione nuova stagione
Gabby Young
Gabby Young

Tender inaugurazione nuova stagione

Grandi player e giovani promesse mantenute…Come una Fiorentina montelliana, anche il Tender ha conquistato l’etichetta di “rivelazione della passata stagione”, nel campionato dell’indie-clubbing metropolitano. A frotte sono accorsi al locale di via Alamanni per godersi le finezze di Simone White, Funeral Suits, Di Martino, La Notte dei Lunghi Coltelli…

Insomma c’era il gioco e c’erano i risultati, e niente rigori al novantesimo. Ma adagiarsi sugli allori non è mai stata prerogativa dei ragazzi Reality Bites. Cosi, mentre tutti si godevano le ferie, il direttore generale del Tender Club FC, Leonardo Giacomelli, ha passato l’estate a tessere trame intercontinentali e a lavorare ai fianchi i procuratori della buona musica. La firma su un mucchio di contratti ha chiuso la partita.

E come una Fiorentina montelliana, anche il Tender per la sua seconda stagione vuole ALZARE IL TIRO. Sempre nei meandri dei circuiti indipendenti, ma un paio di cerchi più in alto. Che tradotto significa ottime band italiane e bei nomi d’Oltreconfine, nel segno dell’originalità e della qualità.

L’italo-canadese JONATHAN CLANCY ad esempio – che sabato 5 ottobre apre la stagione – o l’istrionica e geniale inglesina GABBY YOUNG (giovedì 10), i sempre più sorprendenti GO!ZILLA reduci dal Primavera Sound (sabato 12), l’alt-folk ellenico-teutonico dei SEA + AIR (giovedì 17), gli spagnoli LJUBLJANA AND THE SEAWOLF (venerdì 18), dagli Usa lo straniante progetto GHOST TO FALCO e lo psycho-folk degli ARBOREA (giovedì 24), il ritorno di ALBERTO CAMERINI (giovedì 31), i VIRGINIANA MILLER con il nuovo album “Venga Il Regno” (venerdì 1 novembre), il talento di KAKI KING da New York (mercoledì 6 novembre)…

E poi show-case, esposizioni, dj-set, gli after-show di tanti big di passaggio a Firenze e il primo e unico rendez-vous Northern Soul in riva all’Arno, la Hang-On Night che riparte sabato 26 ottobre con il live di Francesco Gazzara.
Chiaro che la campagna abbonamenti è andata alla grande. Anche perché il 90% delle serate resta a ingresso libero mentre per i super eventi si spendono veramente pochi euro.
HIS CLANCYNESS – Mica facile per un gruppo italiano strappare un contratto alla FatCat, l’etichetta di Brighton che ha pubblicato anche Sigur Ros e Animal Collective, per dirne due. Gli His Clancyness ci sono riusciti alla prima, e il risultato è “Vicious”.
His Clancyness è Jonathan Clancy. E sapere che il nostro canadese trapiantato a Bologna è ossessionato dal rock‘n’roll, dalla pop culture e dalla fotografia, che ha vissuto in dodici città diverse e che ha suonato in quasi tutto il mondo con Settlefish e A Classic Education, è il punto di partenza per potersi approcciare a “Vicious”.
Un album che odora dell’aria e delle rovine di Detroit, la città in cui Jonathan, insieme a Paul Pieretto, a Jacopo Borazzo e al produttore Chris Koltay (già con Liars, Atlas Sound, Akron/Family, Lotus Plaza e Dirtbombs), ha registrato in tre settimane il suo primo LP, sotto l’ombra dell’abbandonata Michigan Central Station, agli High Bias Recordings. Un disco denso, shoegaze e metriche kraut, glam mischiato al cantautorato folk (quello americano, of course). Attenzione spasmodica ai particolari, perché Jonathan è un tipo che si prende dannatamente sul serio, e il risultato sono dodici brillanti canzoni pop, ma allo stesso tempo crudeli e surreali, come gli scatti di Guy Bourdin. Il punto focale di ogni canzone si individua immediatamente, per poi scoprire tutto quello che ci sta dietro, i rimandi ad influenze diversissime come Can, Scott Walker, Sonic Youth, Velvet Underground, Gun Club, The Beach Boys, Swell Maps, l’equilibrio di ogni singolo strumento, la ricercatezza di testi che solo un madrelingua sa concepire.

Sabato 5 ottobre 2013 – ore 21,30 – Tender Club
via Alamanni, 4 – Firenze – ingresso libero
Opening Party
His Clancyness
La band bolognese approdata alla scuderia FatCat di Brighton
Presentazione nuovo album “Vicious”
After-show: Fulci e Fritz dj

Guarda anche...

dragon-fest

La commedia rosa “Love Off the Cuff” inaugura il Dragon Film Festival 2018

Sarà la pellicola romantica “Love Off the Cuff”, commedia in rosa del regista e scrittore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi