Home | Sony Music | "Non e' questa casa mia" secondo singolo di Ornella Vanoni
Ornella Vanoni
Ornella Vanoni

"Non e' questa casa mia" secondo singolo di Ornella Vanoni

Da venerdì 11 ottobre sarà in rotazione radiofonica “NON È QUESTA CASA MIA”, secondo singolo (dopo “Basta Poco”) estratto dal nuovo album di inediti di ORNELLA VANONI, “METICCI” (IO MI FERMO QUI), con il quale l’artista dice addio alla discografia: “Meticci” (Io mi fermo qui) sarà infatti l’ultimo album di inediti della sua carriera.

«Questa la sento veramente mia – afferma Ornella Vanoni a proposito del brano, che ha scritto a quattro mani con Lorenzo Vizzini – È la storia di una ragazza che vive sulla strada. Ce ne sono tante e quando le vedo le osservo con attenzione. E quando poi sono giovani e magroline mi si stringe il cuore. Povere creature. Freddo, paura e solitudine. Il loro corpo, la loro carne usata e straziata. Così è nata questa canzone. Non è questa casa mia».

Pubblicato da Sony Music, “Meticci” (Io mi fermo qui) disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming, ha esordito al 6° posto della classifica dei dischi più venduti, e arriva a 6 anni da “Una bellissima ragazza” (2007), ultimo album di inediti di Ornella Vanoni, e a 3 anni dal doppio album dal vivo “Live al Blue Note” (2010).

L’album, prodotto da Mario Lavezzi, che ha scritto anche “Basta Poco”, vanta grandi collaborazioni: da Franco Battiato al rapper senegalese Badara Seck, da Nada a Roberto Pacco, da Gabriele Semeraro al giovane cantautore siciliano Lorenzo Vizzini, che ha scritto le musiche e, a quattro mani con Ornella Vanoni, i testi di 8 dei 13 brani contenuti nel disco. L’illustrazione della copertina dell’album è stata realizzata dal visual artist Giuseppe Ragazzini.

Questa la tracklist di “Meticci” (Io mi fermo qui), che contiene anche un omaggio a Lucio Dalla: “Basta poco”, “La donna dai capelli blu mare”, “Meticci”, “Dalla tua vita”, “Il bambino sperduto”, “Non è questa casa mia”, “Terra nera”, “Il fiume”, “Che vitalità”, “Costruzione”, “4 marzo ’43”, “Aurora”, “Di passaggio”.
«Meticci non sono solamente gli incroci di razze, lingue o culture – spiega Ornella Vanoni – Meticci sono coloro che si fermano a contare gli spicchi di luna in un cielo scuro. Chi si interroga sul perché delle cose senza stancarsi mai. Chi riesce a riconoscersi in mezzo ad una folla distratta. Chi vive ai margini. Chi si sente come avesse l’olfatto sopraffino di un randagio o gli artisti che riescono a creare mondi diversi in cui abitare. Chi nonostante gli anni che passano riesce ancora ad innamorarsi di tutto».

In attesa del suo nuovo tour teatrale in partenza a marzo 2014, nelle prossime settimane Ornella Vanoni sarà in concerto in Italia e oltreoceano: l’1 e il 2 novembre in Canada, alle Cascate del Niagara; il 5 novembre al Café Carlyle di New York; il 15 novembre al Casinò di Venezia; il 12 e il 13 dicembre al Blue Note di Milano (per due serate speciali dove sarà accompagnata dall’Italian Jazz Star Reunion: Max Ionata al sax, Dado Moroni al piano, Rosario Bonaccorso al basso e Roberto Gatto).

Guarda anche...

Lucio Dalla

Lucio Dalla: esce oggi la raccolta “Duvudubà”

Nell’ambito delle celebrazioni per i 75 anni di LUCIO DALLA, oggi, venerdì 26 ottobre, esce …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi