Home | In Sociale | Unicef: Filippine, aiuti per bambini
UNICEF
UNICEF

Unicef: Filippine, aiuti per bambini

In mezzo all’enorme devastazione causata da supertifone Haiyan- con 11,8 milioni di persone colpite, di cui 4,7 milioni bambini e 217.800 bambini sfollati (di cui 100.000 sotto i 5 anni)- l’UNICEF ha distribuito aiuti salvavita essenziali per i bambini a Tacloban, Ormac e Roxas, le zone più colpite dal disastro.
“Il servizio di approvvigionamento idrico è stato parzialmente ristrutturato a Tacloban City con carburante, generatori e pezzi di ricambio garantiti per continue operazioni”, ha detto Ted Chaiban, Direttore dei programmi di emergenza dell’UNICEF. “Questo fornisce acqua potabile a circa 200.000 persone”.
Negli ultimi tre giorni, grazie alle 15 tonnellate di spazio di carico libero donato da AirAsia, l’UNICEF ha iniziato a trasportare-via aerea- kit igienici per 18.000 persone a Tacloban. Ogni kit comprende sapone da bucato e da bagno, contenitori per l’acqua, dentifricio, spazzolini da denti e assorbenti.
“I bisogni sono immensi e urgenti, per questo la nostra risposta deve essere altrettanto ampia”, ha detto il Rappresentante UNICEF Filippine Tomoo Hozumi . “Stiamo lavorando affrontando enormi sfide logistiche e con scarsità di carburante e spazio fisico per operare, ma stiamo facendo il possibile per chi ha perso tutto”. Oltre al ponte aereo di AirAsia, l’UNICEF ha inviato camion con aiuti del valore di circa 143.000 dollari con acqua, kit igienico-sanitari che sono ormai arrivati a Tacloban. Gli aiuti includono: compresse per la potabilizzazione dell’acqua, serbatoi d’acqua per aiutare 45.000 persone al giorno con acqua potabile, latrine e kit igienici per altre 15.000 persone .
Dai magazzini di Manila, l’UNICEF ha inviato a Roxas aiuti, che comprendono: serbatoi d’acqua per aiutare fino a 19.000 persone, compresse per purificare l’acqua e l4atrine per 8.500 persone. “Stiamo facendo tutto il possibile nel più breve tempo”, ha detto Hozumi, “ci sarà ancora di più da fare nei prossimi giorni, con i nostri operatori che lavorano ventiquattro ore su ventiquattro per dare un aiuto tanto necessario”.
Uno dei compiti più importanti sul campo è mettere a disposizione acqua potabile e servizi igienico-sanitari, visto che i danni ai tubi dell’acqua e alle infrastrutture hanno gravemente compromesso l’approvvigionamento idrico nelle zone colpite Hozumi ha ricordato che tende, kit contro le malattie diarroiche e per l’igiene saranno consegnati a Tacloban nei prossimi giorni a 90.000 pazienti, insieme a teloni da riparo.
L’UNICEF si sta inoltre mobilitando nelle zone più colpite nell’ambito dell’istruzione, con tende, kit per lo sviluppo della prima infanzia, kit didattici per studenti e insegnanti. L’UNICEF sta allestendo uffici sul campo a Cebu, Roxas, Tacloban e Ormo, con personale tecnico e logistico già sul posto.
Prosegue intanto la gara di solidarietà per aiutare i bambini colpiti dal tifone. “E’ importante mantenere alta l’attenzione su questa tragedia. Non possiamo dimenticarci di tanti bambini che in pochissimo tempo hanno perso la casa, la scuola, tutto. Continuiamo a sostenere gli interventi dell’UNICEF”, ha ricordato il Presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera.
easyJet ha lanciato una raccolta fondi straordinaria per questa emergenza: dal 14 novembre su tutti i 7000 voli settimanali operati da easyJet verranno raccolte donazioni dai passeggeri.
L’intero importo raccolto aiuterà UNICEF a fornire acqua pulita, alimenti terapeutici e medicinali ai bambini delle Filippine colpiti dal tifone Haiyan

Emergenza Filippine, donazioni tramite:
-Per l’emergenza UNICEF e WFP Italia hanno lanciato un numero solidale 45590 per donare 1 euro da rete mobile e 2 euro da rete fissa.

-bollettino di c/c postale numero 745.000, intestato a UNICEF Italia, specificando la causale “Emergenza Filippine”;
– carta di credito online sul sito www-unicef.it, oppure telefonando al Numero Verde UNICEF 800 745 000;
– bonifico bancario sul conto corrente intestato a UNICEF Italia su Banca Popolare Etica: IBAN IT51 R050 1803 2000 0000 0510 051, specificando la causale “Emergenza Filippine”
– presso il Comitato UNICEF della tua città (elenco sul sito www.unicef.it).

Guarda anche...

malala

Unicef: Malala in missione in Nigeria per l’istruzione delle bambine

Nell’ambito di una missione in Nigeria, l’attivista per l’istruzione Malala Yousafzai ha incontrato alcune ragazze …

migranti

Unicef. Migranti: su Codice di condotta proposto per le ONG

Poiché ogni settimana nel Mar Mediterraneo migliaia di rifugiati e migranti vengono portati in salvo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi