Home | Cantanti | Natale Plebani con "Come un'onda"
Natale Plebani
Natale Plebani

Natale Plebani con "Come un'onda"

“Nelle estati di alcuni anni fa la televisione mandava in onda un programma che si chiamava ‘Un disco per l’estate’. Si trattava di una rassegna di canzoni, in genere di tema estivo (anche se non necessariamente) per un mercato, diciamo così, ‘vacanziero’. Alcune di quelle canzoni hanno lasciato un segno, altre no. Per dire, ‘Io vagabondo’ dei Nomadi ancora si sente dappertutto. E poi ‘Lisa dagli occhi blu’ di Mario Tessuto, ‘Lady Barbara’ di Renato dei Profeti e poi e poi e poi… Insomma, l’offerta musicale era per lo più ampia e per tutti i gusti. Dal genere ‘da spiaggia’ dei Los Marcellos Ferial (‘Sei diventata nera’) a quello ‘fatalistico-scacciapensieri’ di Orietta Berti (‘Fin che la barca va’) a quello ‘summer on a psichedelic-beach’’ dei New Trolls (‘Visioni’). Per sbaglio passò di lì anche Francesco De Gregori con la sua ‘Alice’. Che però non fece meraviglie e arrivò ultima. Seguivo questo programma con attenzione. Le finali si svolgevano in tre serate ma la gara cominciava mesi prima, con le canzoni che venivano trasmesse quotidianamente alla radio.”
Come un’onda è il nuovo singolo per l’estate di Natale Plebani (all’attivo due singoli per l’etichetta bolognese SanLucaSound) che potrete scaricare da iTunes a partire dal prossimo mese di maggio.
Arrangiamenti curati da Renato Droghetti (Bennato, Turci) e Max Marcolini (Zucchero, Alexia).
Parole uscite di getto, suoni di corsa, treni che sfrecciano lungo l’Adriatico, Springsteen, Battiato, ‘un’estate al mare’, mode che vengono, onde che vanno. Come l’estate. Tutti gli anni, una volta l’anno.
Prima o poi l’estate arriva ‘Come un’onda’, il nuovo singolo di Natale Plebani.
Natale Plebani:
Nato a Bergamo, risiede attualmente a Casalecchio di Reno (BO). Testi diretti, musiche d’impatto e un’aria complessiva diversa dal solito hanno acceso curiosità e interesse nei discografici di SanLucaSound, etichetta indipendente di Bologna. “Sentite le sue canzoni e deciso di lavorare insieme, è stato un gioco da ragazzi”, conferma il patron, Manuel Auteri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi