Home | Eventi | Appuntamento librario con Tommaso La Rocca a Ferrara
Tommaso La Rocca
Tommaso La Rocca

Appuntamento librario con Tommaso La Rocca a Ferrara

Avvenimento singolare presso la Biblioteca Ariostea di Ferrara, nel quale lo scrittore Tommaso La Rocca presenterà il suo ultimo lavoro, fissato per le ore 17,00 di martedì 14 gennaio 2014.
La novità letteraria sta nel fatto che si tratta di un libro di racconti autobiografici scritti dal figlio di un pescatore, che ha avuto la fortuna di nascere in uno dei posti più belli al mondo, ma la sfortuna di venire al mondo nel momento più sbagliato: a Sperlonga, pacifico borgo di pescatori, diventato improvvisamente, dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943,  fronte mare della  linea di guerra di Cassino. La particolare vicenda scaturisce dalla necessità della sua famiglia di cercare di ripararsi dai bombardamenti incrociati di tedeschi e americani, e per tale ragione si era rifugiata in una  grotta, nota sotto il profilo storico come la villa dell’imperatore Tiberio Cesare e sul piano mitologico come l’antica dimora di  Polifemo, il ciclope accecato da Ulisse,  secondo il racconto del poeta Omero. Nel pregevole testo autobiografico si intrecciano diverse storie, intanto il piccolo salvato da sua madre da sotto le  macerie della casa centrata dai caccia tedeschi, che poi diverrà il futuro autore di questo libro, fra l’altro sopravvissuto agli stenti del difficile periodo grazie al latte di una capra rubata da suo padre ai Tedeschi. La narrazione tocca le fasi giovanili di Tommaso quando stava per essere avviato al mestiere di fabbro – meccanico, ma che subito dopo, grazie alla pressante insistenza del maestro e del parroco sulla famiglia, ebbe la buona sorte e la tenacia  di continuare gli studi, fino al momento della   laurea in Filosofia alla Università di Urbino e in conclusione divenire Professore  all’Università di Ferrara. La scelta del’Autore sperlongano, una volta andato  in pensione, era stata quella di non scrivere più libri, ma poi, vinta la pigrizia, si è ritrovato a comporre questo libro. “Non l’ho scritto da solo tiene a precisare il Prof. La Rocca – ma l’autore di questo scritto lo è anche  mia madre, almeno per la prima parte. Componiamo questo libro insieme, lei con la memoria, io con la penna. La maggior parte delle storie  iniziali che andrò a scrivere me le ha  raccontate lei.  Lei  poteva solo raccontare. Da analfabeta, era orgogliosa di aver fatto un figlio che aveva imparato a leggere e scrivere. Forse non avrebbe mai immaginato che un giorno io , oltre  a scrivere i miei ricordi, avrei trascritto anche i  suoi, che lei consegnò a suo tempo, come in eredità, alla mia memoria. Senza le testimonianze di mia madre, assieme anche a quelle di mio padre, fratelli e amici,   la parte più importante, quella iniziale, di questo libro non esisterebbe; e senza la mia penna non esisterebbero neppure i suoi racconti, che, coloro ai quali ho anticipato a voce,   hanno trovato belli e interessanti. Spero che lo siano anche per chi li legge ora che li ho scritti”. Nell’autorevole sala della Biblioteca Ariostea, nel prossimo mese di gennaio, si svolgerà questo significativo evento con la presentazione di un volume che ha la caratteristica di avere trasferito al suo interno diversi elementi che vanno dalle vicende personali dello scrittore ai suggestivi fatti collegati ai luoghi archeologici della terra di Sperlonga. Un dato sicuramente esaltante alla luce del fatto che in queste pagine si parla degli stessi ambienti in cui si sono svolte le mitiche storie dei protagonisti del magnifico volume dell’Odissea. Un ritorno a quegli spazi, a certi episodi che hanno arricchito la formazione culturale di tutti gli studenti rappresenta un encomiabile dono alla rilettura delle avventure del grande eroe greco Ulisse, un necessario riferimento espresso nell’avvincente titolo del libro “ Con gli occhi del dopo il figlio del pescatore sulle orme di Ulisse”. D’altronde la bellezza e suggestività di questi luoghi deve essere accompagnata alle scoperte che avvennero successivamente e che sono raccolte in modo egregio nel Museo archeologico di Sperlonga. Il libro ( SUSIL  Edizioni, è corredato di oltre 100 immagini d’epoca.

 

Guarda anche...

Tommaso La Rocca e Saverio Vallone a Ferrara

“Dalla Bassa del Po alla pianura pontina“ è questa una possibile interpretazione della prima opera …

Tommaso La Rocca con il suo Libro a Sperlonga

Dopo la pubblicazione a fine agosto della terza edizione, nel pomeriggio odierno, lo scrittore filosofo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi