Home | Tempo d'Europa | Severgnini inaugura il 1° corso d’italiano lingua straniera al Collegio d’Europa di Bruges. Incontro su giovani e UE domani all’IIC
Severgnini College
Severgnini College

Severgnini inaugura il 1° corso d’italiano lingua straniera al Collegio d’Europa di Bruges. Incontro su giovani e UE domani all’IIC

Bruxelles, 23 gennaio 2014. Beppe Severgnini ritorna a Bruxelles dieci anni dopo aver ricevuto il premio “European Journalist of the Year”.

Questa mattina ha incontrato gli studenti italiani della scuola europea di Uccle, dai più piccoli ai più grandi.

Ieri, con la direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles, Federiga Bindi, il noto giornalista e scrittore si è recato al Collége d’Europe di Bruges, dove ha tenuto una conferenza dal titolo “Europe at 60: still sexy?”, e ha inaugurato il primo corso di italiano come lingua straniera della storia del prestigioso Collegio, fondato nel 1949 allo scopo di formare la futura classe dirigente europea.

Fino ad ora l’italiano non rientrava nella programmazione linguistica dell’istituto. Grazie al finanziamento dell’IIC di Bruxelles, dal prossimo 1° febbraio circa 80 studenti del Collegio parteciperanno ai corsi di lingua italiana divisi su tre livelli – base, intermedio e avanzato.

“L’introduzione dei corsi d’italiano al Collegio d’Europa ha una portata storica per la diffusione della nostra lingua all’interno delle istituzioni europee in quanto va a incidere alla base del problema: insegnare la lingua italiana laddove i futuri funzionari si formano”, ha dichiarato la direttrice Federiga Bindi.

Il rettore di Bruges, prof. Jorge Monar, ha ringraziato l’Istituto di Cultura dichiarando che “poter offrire corsi di lingua italiana valorizza e completa la nostra offerta” e che “gli studenti sono stati entusiasti dell’iniziativa e vi hanno risposto molto positivamente”.

Domani, venerdì 24 gennaio, alle ore 19.00, nel teatro dell’Istituto Italiano di Cultura, con posti già esauriti, e via streaming nella sala conferenze dell’IIC, Severgnini interverrà all’incontro dal titolo “Generazione Erasmus: ma voi, all’Europa, ci tenete?”.

Ecco cosa si legge stamane sul suo blog: “Ieri ero a Bruges, al Collége d’Europe; domani sarò a Bruxelles, all’Istituto Italiano di Cultura, dove proverò a scuotere un po’ la generazione dei nostri figli (“Generazione Erasmus: ma a voi importa dell’Europa?”). Non è una vendetta, è un ringraziamento: perché loro hanno scosso (alcuni di) noi, per fortuna”.

 

 

Guarda anche...

Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles

Rischio chiusura sezione italiana della scuola europea: lettere al direttore dell’IIC Federiga Bindi e al ministro Emma Bonino

Bruxelles, 23 ottobre 2013. Due giorni fa la lettera al direttore dell’Istituto Italiano di Cultura …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi