Home | Festival | Mark Lanegan al Pistoia Blues Festival
Mark Lanegan
Mark Lanegan

Mark Lanegan al Pistoia Blues Festival

Mark Lanegan è il nuovo protagonista del cast della 35esima edizione del Pistoia Blues Festival che si terrà quest’estate nella cittadina toscana tra il 10 ed il 17 luglio. Il cantautore statunitense si esibirà giovedì 10 luglio nella speciale location del Teatro Manzoni che per la prima volta accoglie un concerto del Pistoia Blues Festival. L’evento, unica data italiana annunciata dall’artista, è organizzato in collaborazione con l’Associazione Teatrale Pistoiese.

Mark Lanegan è inarrestabile: dopo il successo dei suoi ultimi passaggi nel nostro paese, e dopo aver pubblicato un’antologia (Has God Seen My Shadow?) e un’album di cover (Imitations) negli ultimi 6 mesi, torna in italia, per uno show che ripercorrerà le tappe della sua carriera, il 10 luglio al teatro Manzoni di Pistoia. Mark sarà sul palco in duo, accompagnato solo da un chitarrista rendendo le sue canzoni ancora più intense ed emozionanti. Noto anche per essere stato il frontman degli Screaming Trees, una delle band di punta del movimento grunge di seattle, esordiscce anche come solista nel 1990 mostrando il suo inestimabile talento musicale anche con le numerose collaborazioni di cui si è circondato, nei progetti più diversi. Già il suo primo album, The Winding Sheet, vede la collaborazione di Kurt Cobain e Krist Novoselic su una cover di Leadbelly. Tra atmosfere dark, cantautorato americano, soul, blues e rock’n’roll, la voce profonda di Mark Lanegan non può far altro che coinvolgere e riflettere la vena tormentata dell’artista stesso, che non manca mai di affrontare tematiche personali. Nel 2004, con Bubblegum, a Lanegan si affianca una vera e propria band, che annovera membri di Guns N’Roses e Josh Homme dei Queens Of The Stone Age. Nello stesso anno l’artista inizia una collaborazione con Isobel Campbell, ex Belle & Sebastian, che sfocia nel 2006 con la realizzazione di un album acustico.Al primo disco ne seguono poi altri due, e nel frattempo l’artista americano collabora con Greg Dulli nel progetto Gutter Twins. Per citare altre prolifiche collaborazioni di Lanegan basta indicare Queens Of The Stone Age, Soul Savers, UNKLE e Twilight Singers, e l’ultima in ordine di tempo con Duke Garwood, che ha dato vita all’acclamato Black Pudding. Nel 2012 Lanegan pubblica Blues Funeral , ad otto anni di distanza dal precedente disco: è un album di straordinaria bellezza, tra aggressività rock, folk blues ed infuenze anni Ottanta. Osannato dalla critica mondiale e registrato ad Hollywood da Alain Johannes, anche questo lavoro vede la partecipazione di artisti di talento come Greg Dulli e Josh Homme dei Queens Of The Stone Age.

Mark Lanegan
Mark Lanegan
Mark Lanegan
Mark Lanegan
Mark Lanegan
Mark Lanegan
Mark Lanegan
Mark Lanegan

 

Guarda anche...

Mark Lanegan

Mark Lanegan torna in Italia a ottobre

Mark Lanegan Band di nuovo in Italia per due show esclusivi, il 29 Ottobre al …

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per facilitare la navigazione e per mostrarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione (page scroll) acconsenti al loro uso. Per informazioni e per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudi